Riflessione sugli Insegnamenti della Oneness

 

8697brainbreathe

 

Non guardare il lato negativo di quelli che non sono stati giusti con te, ma invece l'atto di aiutarli che ti condurrà alla più grande ricompensa spirituale.

L'ingresso nel cammino spirituale avviene provando gratitudine per tutto ciò che è accaduto nella propria vita e per le persone in essa coinvolte.

La paura è l'ostacolo più grande sul cammino spirituale: affronta le tue paure.

Vedi te stesso negli altri e vedi gli altri in te.
Sii te stesso

Prendendo le distanze dalla vostra mente avrete la comprensione di tutte le cose

Quando spontaneamente cessa ogni giudizio, c'è unità con tutto ciò che esiste

Il risvegliato agisce senza dover far nulla, questo non è una pratica.

Il Risvegliato è vuoto e quindi capace. Uno non dovrebbe cercare di svuotare sè stesso.

Il Risvegliato è distaccato da tutte le cose, e quindi, è uno con ogni cosa. Il distacco quando "praticato" porta all'indifferenza che non è distacco.

Il Risvegliato vede il mondo come se stesso. Ama e si prende cura del mondo come se stesso. Per il Risvegliato tutte le cose sono perfette come sono .

Il Risvegliato rimane immobile, e l'azione nasce da se stessa. Il Risvegliato permette alle cose di andare e venire, così come le nuvole nel cielo. Il risvegliato sostiene tutti gli esseri senza cercare di farlo.

Il Risvegliato è aperto a tutto e tutto si sistema.

Il Risvegliato è tutt'uno con Quello che c'era prima della nascita
dell'universo: Quello che è eternamente presente, che non nasce e non muore, che
non ha un inizio né una fine, sempre immutevole, solitario, vuoto, infinito,
pieno di beatitudine, l'"Io" eterno.

Il Risvegliato rimane immobile fino a che l'azione perfetta non scaturisce da
sola. Il Risvegliato è libero da tutti i punti di vista e i concetti: è Uno con
Quello che è.

Il Risvegliato viaggia senza viaggiare

Il Risvegliato e aperto a tutte le persone e tutte le situazioni e fluisce con loro.

Il Risvegliato vede il mondo emergere (scaturire) dal vuoto, perciò accetta il
mondo quale è. Nel momento in cui il Risvegliato accetta il mondo per quello che
è, il Risvegliato è stabilizzato nel Sè primario.

Il Risvegliato non ha nè volere nè illusioni. Il Risvegliato semplicemente
abita (vive) nella realtà

Il risvegliato non cerca di cambiare il mondo. Per il Risvegliato è perfetto e sacro

Il Risvegliato vede le cose come sono, non cerca di controllarle o di determinarle.

Il Risvegliato non cerca di convincere gli altri.Il Risvegliato sa che ciò che deve accadere accadrà e che ciò che non deve accadere non accadrà; e che l'universo è sempre fuori controllo

Il Risvegliato non ha piani prestabiliti né una meta.
Il Risvegliato accetta se stesso e il mondo accetta il Risvegliato.
Il Risvegliato conosce se stesso e perciò ha la saggezza.
Il Risvegliato non ha conflitti interiori e perciò ha il vero potere.
Il Risvegliato abbraccia la morte, perché la morte non esiste per il Risvegliato.

Il Risvegliato sa che non c'è alcunchè da imparare; c'è solo bisogno di disimparare

Il Risvegliato non realizza alcunchè; perchè non c'è alcunchè da realizzare.
Il Risvegliato non capisce alcunchè; perchè non c'è alcunchè da capire.
Il Risvegliato non conosce alcunchè; perchè non c'è alcunchè da conoscere

"Il Risvegliato non percepisce alcunchè come buono o cattivo, o come giusto o sbagliato, e quindi non ha alcuna preferenza e, pertanto, non cerca di... cambiare il modo in cui le cose stanno"

Il Risvegliato non sopprime nè ignora, non oppone resistenza nè giustifica quel che c'è all'interno o all'esterno; ma semplicemente è consapevole di Quello che è.

"Il Risvegliato non fa nulla eppure non lascia nulla da fare; poichè tutte le cose accadono sempre intorno al Risvegliato e tramite lui"

"I pensieri sono sottili ed elusivi, essi dividono; e (sono) un espressione del se (ego). Vagano come a loro piace. Creano giudizi ed una mente preoccupata e disturbata. Essi impediscono alla Consapevolezza di manifestarsi. Il non risvegliato deve imparare a dirigere, controllare e ad acquietare i pensieri governando su di loro. Il Risvegliato si è spostato oltre il giudizio, poiche egli è andato oltre il pensiero; così egli è sempre "consapevole".

Il non Risvegliato non deve comportarsi come se lo fosse. Il Risvegliato non pratica nulla, è semplicemente Risvegliato. Essere Risvegliato non è un mezzo per raggiungere un fine. Essere Risvegliato è un fine in sé. Il non Risvegliato deve praticare la bontà. Quando non c'è bontà deve praticare la virtù. Quando non c'è virtù deve praticare un addestramento rituale.

"Il Risvegliato non ha il senso dell'essere e del fare. Il Risvegliato non ha una visione o una meta in mente. C'è solo il fare. Il Risvegliato è umile e non pratica l'umiltà. Il non risvegliato ha il senso dell'essere e del fare e perciò deve avere in mente una visione o una meta. Il non risvegliato deve praticare l'umiltà"

"Il Risvegliato vede l'imperfetto come perfetto in se stesso; e quindi è felice di come stanno le cose. Il non risvegliato vede l'imperfezione ovunque e quindi è insoddisfatto e infelice del modo in cui sono le cose. Il non risvegliato deve quindi lavorare per cambiare le cose. Anche questo è perfetto per il Risvegliato."

"Il Risvegliato non ha nulla da difendere e quindi non fa nulla per sentirsi sicuro.
Il non-Risvegliato ha molto da difendere e quindi fa le cose per sentirsi sicuro "

"Il Risvegliato non conosce o capisce, ma vede.
Il non risvegliato conosce e capisce ma non vede".

"Il Risvegliato disimpara costantemente e quindi continuamente sollevato, vive in libertà.
Il non risvegliato impara costantemente e perciò è continuamente appesantito e non sa cosa sia la libertà e quindi cosa sia vivere."

Il Risvegliato permette alle cose di accadere a modo loro.
Il non risvegliato cerca di far accadere le cose a modo suo.

"Il Risvegliato non ha mente.
Il non risvegliato ha una mente.
Il Risvegliato non avendo una mente lavora con la mente degli altri.
Il non risvegliato avendo una mente lotta con la mente degli altri"

"Il Risvegliato, sia che agisca sia che non agisca, non "tenta".
Il non risvegliato, sia che agisca sia che non agisca, "tenta".

"Il Risvegliato vive nel mistero che la vita è.

Il non-Risvegliato prova a capire cosa la vita sia."

"Il Risvegliato vede i molti come l'Uno.
Il non-Risvegliato vede l'Uno come i molti".

Il Risvegliato è uno con Quello che è. Il non risvegliato è uno con ciò che dovrebbe essere

Il Risvegliato è virtuoso. Il non risvegliato pratica la virtù

Non c'è nessuna realtà oggettiva – C'è solo realtà soggettiva

"Il Risvegliato sperimenta tutto il tempo.
Il non risvegliato sogna tutto il tempo"

ll Risvegliato non ha una causa per la sua gioia e pertanto nulla può turbarla;
Il non Risvegliato sa solo che il piacere e il dolore dipendono da tutto quello che accade.

Il Risvegliato è pronto a morire. Il non risvegliato non è pronto a morire.

Il Risvegliato non fa altro che esperienza della Coscienza, poichè esiste solo la Coscienza. Il non risvegliato prova a capire la Coscienza.

 

                                                                                    SRI AMMABHAGAVAN

 

 

Vota:
Regno di Shamballah
Sri Bhagavan: Le 7 verità per essere liberi dalla ...

Related Posts

Commenti

 
Ancora nessun commento

Accedi