Senza Papa e senza Re.

Non abbiamo una guida spirituale e non abbiamo una guida politica!

Il Papa dà le dimissioni e l'Italia dopo le elezioni diventa "ingovernabile"; quest'ultimo è il termine che più spesso si è letto in questi due giorni sulle testate giornalistiche. Dopo le elezioni politiche abbiamo infatti un'Italia spaccata in due fra centrodestra e centrosinistra, con l'aggiunta di un Grillo... parlante, eccome.

Viviamo una situazione decisamente anomala – e quindi maggiormente interessante – dal punto di vista storico, simbolico, energetico: non abbiamo una guida spirituale e non abbiamo una guida politica! E non saranno né il prossimo Papa né il prossimo Presidente del Consiglio fantoccio (perché comunque provvisorio e privo di reali poteri, come tutti quelli che lo hanno preceduto) a mutare la situazione. Non s'intravede al momento una figura che abbia la lucidità, le palle e i consensi indispensabili per governare con il polso giusto il nostro Paese.

È una situazione di sbandamento, di confusione, di Terra di Mezzo, di "terra di nessuno". Una massima incertezza riguardo quello che ci aspetta avvolge l'Italia e le nostre coscienze. Come ho scritto nel mio post L'Europa è in fiamme, l'Italia riveste un ruolo centrale per il futuro del vecchio continente, ed è quindi naturale che questa situazione avventurosa e drammatica allo stesso tempo si stia verificando proprio da noi.

Questo periodo storico potrebbe rappresentare l'inizio della fine oppure l'ingresso in un'Era più illuminata. La situazione di incertezza che stanno attraversando la nostra religione e la nostra politica non sono altro che rappresentazioni gigantografiche dell'incertezza spirituale e mentale di ciascun cittadino. L'edu-castrazione che abbiamo subito in questo ultimo secolo all'interno degli istituti scolastici ci ha infarcito di nozioni e privato di un centro spirituale, di un Cuore, di una Fede. Sappiamo più cose ma non sappiamo in quale direzione usarle, perché non sappiamo dove andare, non avendo più né un Centro né una Direzione.

Il risultato non poteva che essere questo: senza Papa e senza Re. Adesso tocca a ciascuno di noi decidere di abbandonare ogni speranza e precipitare in un'epoca di caos e distruzione, oppure prendere la responsabilità sulle nostre spalle e far emergere il Papa e il Re che abbiamo dentro, affinché possiamo sceglierne due degni anche all'esterno.

Salvatore Brizzi

DESIDERANTES MELIOREM PATRIAM

fonte http://larinascitaitalica.com/senza-papa-e-senza-re/

Vota:
I Tempi Della Realizzazione Spirituale
Meditazione Gnostica

Related Posts

Commenti 10

 
laura bartorelli il Mercoledì, 27 Febbraio 2013 19:41

karma! karma! :D l'Occidente ha un karma veramente pesante...

karma! karma! :D l'Occidente ha un karma veramente pesante...
laura bartorelli il Mercoledì, 27 Febbraio 2013 19:42

ah, il Papa sarebbe una guida...spirituale?

Bonifacio VIII, viene ricordato per le sue orge con i bambini [e si dice anche che sul letto di morte abbia continuato a lanciare anatemi, bestemmie, minacce e maledizioni contro tutto e tutti.


PAPA BONIFACIO VIII (1235-1303)
Io dò importanza alla vita di un altro quanto ne posso dare a un fagiolo. Gli uomini hanno un’anima del tutto uguale a quella delle bestie. Il vangelo insegna più menzogne che verità: il parto di una vergine è assurdo; l’incarnazione del figlio di Dio è ridicola; il dogma della transustanziazione è una pazzia. Le quantità di denaro che la favola di Cristo ha apportato ai preti è incalcolabile. Le religioni sono state inventate dagli ambiziosi per ingannare gli uomini. Gli ecclesiastici non possono comunicare con il popolo perchè la loro fede e la loro credenza non è la stessa. L’abbandonarsi ai piaceri sessuali con una bambina o con un ragazzo è un atto da considerarsi privo di peccato come stropicciarsi le due mani insieme. Il nostro solo scopo è quello di vendere nelle chiese tutto ciò che gli idioti vogliono. Queste parole pronunciate da papa Bonifacio VIII sono state riportate dallo studioso e storico Jean Villani nella sua opera “Cronaca” scritta durante il Giubileo a Roma nel 1300.

PAPA LEONE X (1475-1521)
Dichiarò al Cardinal Bembo: “Tutti sappiamo bene quanto la favola di Cristo abbia recato profitto a noi e ai nostri più stretti seguaci”.

PAPA PAOLO III (1468-1549)
Dichiarazione a Mendoza, ambasciatore di Spagna al Vaticano: “Cristo non è altri che il sole adorato dalla setta mitraica e Giove Ammone rappresentato nel paganesimo sotto forma di montone e agnello. La sua incarnazione e resurrezione sono riprese da Mitra, così come l’adorazione dei re Magi. Mitra e Gesù sono la stessa persona, non esiste nessun documento storico valido per sostenere l’esistenza di Cristo e la mia convinzione è che non è mai esistito.

Clemente VIII condannò Giordano Bruno al rogo

Pio XII accusato di complicità con Hitler (fervente cattolico)

Giovanni VIII, morì avvelenato da un marito geloso

Giovanni XII, uno dei papi più dissoluti e corrotti della storia, fu cacciato dall'imperatore Ottone I e assassinato da una delle sue amanti

non commentiamo Ratzinger (e la storia terrificante del genocidio canadese che continua a nascondere ai fessi) ... la Chiesa cattolica in generale è una vergogna assoluta.

etc etc etc

senza parlare del vero pensiero dei Papi sulla donna, e quel che possiamo leggere scritto nella Bibbia, sempre riguardo alla donna ...roba da fare accapponare la pelle ;-) chiamali "guide spirituali" !

per dirne una

"Quando vedi una donna pensa che sia un demonio, che sia una sorta di inferno." Papa Pio II°

ah, il Papa sarebbe una guida...spirituale? Bonifacio VIII, viene ricordato per le sue orge con i bambini [e si dice anche che sul letto di morte abbia continuato a lanciare anatemi, bestemmie, minacce e maledizioni contro tutto e tutti. PAPA BONIFACIO VIII (1235-1303) Io dò importanza alla vita di un altro quanto ne posso dare a un fagiolo. Gli uomini hanno un’anima del tutto uguale a quella delle bestie. Il vangelo insegna più menzogne che verità: il parto di una vergine è assurdo; l’incarnazione del figlio di Dio è ridicola; il dogma della transustanziazione è una pazzia. Le quantità di denaro che la favola di Cristo ha apportato ai preti è incalcolabile. Le religioni sono state inventate dagli ambiziosi per ingannare gli uomini. Gli ecclesiastici non possono comunicare con il popolo perchè la loro fede e la loro credenza non è la stessa. L’abbandonarsi ai piaceri sessuali con una bambina o con un ragazzo è un atto da considerarsi privo di peccato come stropicciarsi le due mani insieme. Il nostro solo scopo è quello di vendere nelle chiese tutto ciò che gli idioti vogliono. Queste parole pronunciate da papa Bonifacio VIII sono state riportate dallo studioso e storico Jean Villani nella sua opera “Cronaca” scritta durante il Giubileo a Roma nel 1300. PAPA LEONE X (1475-1521) Dichiarò al Cardinal Bembo: “Tutti sappiamo bene quanto la favola di Cristo abbia recato profitto a noi e ai nostri più stretti seguaci”. PAPA PAOLO III (1468-1549) Dichiarazione a Mendoza, ambasciatore di Spagna al Vaticano: “Cristo non è altri che il sole adorato dalla setta mitraica e Giove Ammone rappresentato nel paganesimo sotto forma di montone e agnello. La sua incarnazione e resurrezione sono riprese da Mitra, così come l’adorazione dei re Magi. Mitra e Gesù sono la stessa persona, non esiste nessun documento storico valido per sostenere l’esistenza di Cristo e la mia convinzione è che non è mai esistito. Clemente VIII condannò Giordano Bruno al rogo Pio XII accusato di complicità con Hitler (fervente cattolico) Giovanni VIII, morì avvelenato da un marito geloso Giovanni XII, uno dei papi più dissoluti e corrotti della storia, fu cacciato dall'imperatore Ottone I e assassinato da una delle sue amanti non commentiamo Ratzinger (e la storia terrificante del genocidio canadese che continua a nascondere ai fessi) ... la Chiesa cattolica in generale è una vergogna assoluta. etc etc etc senza parlare del vero pensiero dei Papi sulla donna, e quel che possiamo leggere scritto nella Bibbia, sempre riguardo alla donna ...roba da fare accapponare la pelle ;-) chiamali "guide spirituali" ! per dirne una "Quando vedi una donna pensa che sia un demonio, che sia una sorta di inferno." Papa Pio II°
laura bartorelli il Giovedì, 28 Febbraio 2013 05:25

Non abbiamo bisogno di un Papa esterno ma è già pronto il prossimo, perchè molta gente è decisamente infantile, condizionata ad arte e innamorata delle sue catene: non ha ancora il coraggio di essere libera...dentro. I tempi quaggiù non sono ancora maturi. Tantomeno abbiamo bisogno di essere governati da una "figura che abbia la lucidità, le palle e i consensi" ma ben altre qualità. Soprattutto tanta, tantissima Coscienza.

p.s. lì per lì ho gradito e "votato" il discorso di Salvatore ma rileggendo bene, con calma, non mi piace affatto: è una totale contraddizione.

Non abbiamo bisogno di un Papa esterno ma è già pronto il prossimo, perchè molta gente è decisamente infantile, condizionata ad arte e innamorata delle sue catene: non ha ancora il coraggio di essere libera...dentro. I tempi quaggiù non sono ancora maturi. Tantomeno abbiamo bisogno di essere governati da una "figura che abbia la lucidità, le palle e i consensi" ma ben altre qualità. Soprattutto tanta, tantissima Coscienza. p.s. lì per lì ho gradito e "votato" il discorso di Salvatore ma rileggendo bene, con calma, non mi piace affatto: è una totale contraddizione.
Dorotea Di Stefano il Giovedì, 28 Febbraio 2013 10:38

Cara Laura, non voglio difendere Salvatore Brizzi, anche perché puo' farlo benissimo da solo. Condivido con lui, sostenendo che chi e' a capo della spiritualità e della nazione e' il nostro specchio... È in questo momento lo specchio ci rimanda quello che siamo... Un popolo diviso, spaccato, senza certezze...Salvo un manipolo di sognatori ed idealisti che rappresentano anche noi che ci siamo ritrovati qui' e che vuole portare un contributo nel cambiamento. Ritengo che il giudizio e la lamentela non portino da nessuna parte e non sono costruttivi... Il discernimento e il cuore si.

Cara Laura, non voglio difendere Salvatore Brizzi, anche perché puo' farlo benissimo da solo. Condivido con lui, sostenendo che chi e' a capo della spiritualità e della nazione e' il nostro specchio... È in questo momento lo specchio ci rimanda quello che siamo... Un popolo diviso, spaccato, senza certezze...Salvo un manipolo di sognatori ed idealisti che rappresentano anche noi che ci siamo ritrovati qui' e che vuole portare un contributo nel cambiamento. Ritengo che il giudizio e la lamentela non portino da nessuna parte e non sono costruttivi... Il discernimento e il cuore si.
laura bartorelli il Giovedì, 28 Febbraio 2013 10:58

Il capo della r e l i g i o n e cattolica..la cui Chiesa, in Italia, conta meno del 30% di credenti praticanti (lo specchio sarà per loro), sono i media che amplificano poichè hanno interesse a mantenere controllato il gregge, ma il resto della popolazione italiana è composto da "credenti" nello sport, atei, e libere coscienze spirituali (soprattutto tra i giovani)

Idem per la politica: lo specchio è per chi è ancora fortemente (e resterà) identificato col sistema, oramai moribondo ;-)

Il capo della r e l i g i o n e cattolica..la cui Chiesa, in Italia, conta meno del 30% di credenti praticanti (lo specchio sarà per loro), sono i media che amplificano poichè hanno interesse a mantenere controllato il gregge, ma il resto della popolazione italiana è composto da "credenti" nello sport, atei, e libere coscienze spirituali (soprattutto tra i giovani) Idem per la politica: lo specchio è per chi è ancora fortemente (e resterà) identificato col sistema, oramai moribondo ;-)
laura bartorelli il Giovedì, 28 Febbraio 2013 11:11

p.s. Guarda che non ce l'ho con Salvatore Brizzi (non ce l'ho con nessuno) ho anche condiviso proprio qui qualcosa del "suo" pensiero, solo che ultimamente mi pare stia rotolando giù dalle scale, e straparli, forse senza riflettere molto su quello che dice. Capita anche ai migliori. Poi ho la netta sensazione, leggendo bene nel suo sito e avendolo ascoltato in molti dei video diffusi (ho molto tempo a disposizione) che sia mosso più da interessi personali che altro...ma non è affar mio, è un problema suo.

p.s. Guarda che non ce l'ho con Salvatore Brizzi (non ce l'ho con nessuno) ho anche condiviso proprio qui qualcosa del "suo" pensiero, solo che ultimamente mi pare stia rotolando giù dalle scale, e straparli, forse senza riflettere molto su quello che dice. Capita anche ai migliori. Poi ho la netta sensazione, leggendo bene nel suo sito e avendolo ascoltato in molti dei video diffusi (ho molto tempo a disposizione) che sia mosso più da interessi personali che altro...ma non è affar mio, è un problema suo.
laura bartorelli il Giovedì, 28 Febbraio 2013 12:38

a titolo informativo
In tre anni 5mila sbattezzati: boom di abbandoni nella Chiesa cattolica

È un vero e proprio boom di 'addii' quello che si sta registrando nei confronti della confessione cattolica in Italia. Sono infatti oltre 5 mila le persone che si sono sbattezzate e hanno quindi cessato di far parte della chiesa cattolica negli ultimi 3 anni. Un dato che se può sembrare piccolo in realtà non lo è: fino al 2009 in Italia si erano sbattezzate in tutto 15 mila persone. Poi, negli ultimi 3 anni, il boom.
http://affaritaliani.libero.it/cronache/sbattezzati070512.html

L’ASSOCIAZIONE PER LO SBATTEZZO

L’Associazione per lo Sbattezzo nacque negli anni ’80 proprio su queste tematiche. Suo il merito di aver sollevato il problema in Italia: attraverso questa associazione sono partite le prime lettere con le richieste di cancellazione dal registro dei battezzati. Il modulo che presenta sul suo sito, tuttavia, è privo di valore giuridico, non facendo riferimento ad alcuna legge dello Stato italiano. Oggi la parola sbattezzo (la cui prima attestazione risale al XV secolo) è entrata a far parte dei dizionari.

http://www.uaar.it/laicita/sbattezzo/

a titolo informativo In tre anni 5mila sbattezzati: boom di abbandoni nella Chiesa cattolica È un vero e proprio boom di 'addii' quello che si sta registrando nei confronti della confessione cattolica in Italia. Sono infatti oltre 5 mila le persone che si sono sbattezzate e hanno quindi cessato di far parte della chiesa cattolica negli ultimi 3 anni. Un dato che se può sembrare piccolo in realtà non lo è: fino al 2009 in Italia si erano sbattezzate in tutto 15 mila persone. Poi, negli ultimi 3 anni, il boom. http://affaritaliani.libero.it/cronache/sbattezzati070512.html L’ASSOCIAZIONE PER LO SBATTEZZO L’Associazione per lo Sbattezzo nacque negli anni ’80 proprio su queste tematiche. Suo il merito di aver sollevato il problema in Italia: attraverso questa associazione sono partite le prime lettere con le richieste di cancellazione dal registro dei battezzati. Il modulo che presenta sul suo sito, tuttavia, è privo di valore giuridico, non facendo riferimento ad alcuna legge dello Stato italiano. Oggi la parola sbattezzo (la cui prima attestazione risale al XV secolo) è entrata a far parte dei dizionari. http://www.uaar.it/laicita/sbattezzo/
laura bartorelli il Giovedì, 28 Febbraio 2013 12:40

Dal Belgio all'Argentina sono sempre di più coloro che decidono di sbattezzarsi.

http://religione.liquida.it/focus/lo-sbattezzo-in-italia-un-tasto-delicato/

Dal Belgio all'Argentina sono sempre di più coloro che decidono di sbattezzarsi. http://religione.liquida.it/focus/lo-sbattezzo-in-italia-un-tasto-delicato/
laura bartorelli il Giovedì, 28 Febbraio 2013 12:47

il Papa è stato c o s t r e t t o a dimettersi: è agli arresti, confinato in Vaticano.

n.b. all'estero, sempre di più, stanno diffondendo anche attraverso le televisioni...

in internet è dappertutto: stampa estera in testa ma adesso persino Informare per Resistere, Stampa Libera, e tantissimi altri (bene informati)



Dopo l’enorme clamore mediatico suscitato sul web dal bollettino dell’ITCCS del 13 febbraio scorso, secondo cui le dimissioni del Papa discenderebbero da un suo tentativo di sfuggire ad un imminente mandato d’arresto del Tribunale ITCCS, ieri 25 febbraio è arrivato il verdetto di condanna del medesimo tribunale, emesso nei confronti di alcuni esponenti del Vaticano ed alcuni noti politici esteri, rei di aver coperto ed insabbiato le vicende legate al genocidio canadese.

Il dubbio più grande delle persone è quale sia la reale competenza giurisdizionale dell’ITCCS – International Tribunal into Crimes of Church and State, quali il valore e la rilevanza giuridica delle sue sentenze e in che rapporto sia con gli altri tribunali e sistemi legislativi. Proviamo allora a mettere un po’ ordine in questa intricata questione, partendo dai capi d’imputazione.

http://hearthaware.wordpress.com/2013/02/26/litccs-condanna-il-vaticano-per-il-genocidio-canadese/

il Papa è stato c o s t r e t t o a dimettersi: è agli arresti, confinato in Vaticano. n.b. all'estero, sempre di più, stanno diffondendo anche attraverso le televisioni... in internet è dappertutto: stampa estera in testa ma adesso persino Informare per Resistere, Stampa Libera, e tantissimi altri (bene informati) Dopo l’enorme clamore mediatico suscitato sul web dal bollettino dell’ITCCS del 13 febbraio scorso, secondo cui le dimissioni del Papa discenderebbero da un suo tentativo di sfuggire ad un imminente mandato d’arresto del Tribunale ITCCS, ieri 25 febbraio è arrivato il verdetto di condanna del medesimo tribunale, emesso nei confronti di alcuni esponenti del Vaticano ed alcuni noti politici esteri, rei di aver coperto ed insabbiato le vicende legate al genocidio canadese. Il dubbio più grande delle persone è quale sia la reale competenza giurisdizionale dell’ITCCS – International Tribunal into Crimes of Church and State, quali il valore e la rilevanza giuridica delle sue sentenze e in che rapporto sia con gli altri tribunali e sistemi legislativi. Proviamo allora a mettere un po’ ordine in questa intricata questione, partendo dai capi d’imputazione. http://hearthaware.wordpress.com/2013/02/26/litccs-condanna-il-vaticano-per-il-genocidio-canadese/
laura bartorelli il Giovedì, 28 Febbraio 2013 13:21

L'ultimo Papa traghetterà la Chiesa...verso l'abisso. Così Sia. Amen

L'ultimo Papa traghetterà la Chiesa...verso l'abisso. Così Sia. Amen

Accedi