Incatenati da Equitalia

Italiani sempre più in crisi, ma Equitalia alza tassi di mora +15%

ROMA (WSI) - La crisi incalza in Italia, i cittadini sono vessati dalle tasse e da un tasso di disoccupazione a livelli record, ma Equitalia ha deciso di aumentare i tassi di interesse di mora, a partire dal primo maggio, con il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, che parla di un incremento previsto dalla legge.

In questo modo, il tasso di interesse che si applica sui pagamenti che arrivano in ritardo passerà 4,55% al 5,22%, balzando dunque di ben +15%. Immediata la reazione delle associazioni dei consumatori.

(segue)

Fonte www.wallstreetitalia.com

Con i saltelli dei grillini al Quirinale, e le acrobazie parlamentari di questi giorni, nessuno sembra essersi ricordato di informare gli italiani circa questa bella novità, che giunge dalla mai troppo vituperata Equitalia.

urdecadei

Una nuova stretta alla catena, già ben serrata ai piedi degli italici contribuenti, che suona come una beffa amara, se si pensa come i vari (e avariati) Bulgari e Caltagirone siano riusciti per anni a dribblare con infantile facilità il fisco nazionale. Oggi questo fiore fior di signori sono nella polvere, ma lei vie del perdono, per i ricchi e famosi, sono sempre spianate. Un po' meno lo sono quelle degli italiani, che non sembrano poter sfuggire all'occhio attento del censore fiscale, di cui Equitalia rappresenta il braccio armato, una sorta di Santa Inquisizione in salsa tributaria.

L'Italia affonda, come la Costa Concordia, e i tanti/troppi capitani "coraggiosi" che la dovrebbero trarre in salvo preferiscono fare i saltimbanchi tra i banchi della nuova legislatura, mentre i prigionieri (paganti) vengono incatenati ben stretti ai piedi come in una galera romana, da gente tipo Attilio Befera, il mastino delle tasse.

Anche in un momento come questo, forse proprio per questo, i boiardi di Stato mostrano la loro faccia più cinica, protetti dalla legge. Sì, perché se non avete letto bene, il fustigatore di Equitalia afferma senza vergogna che l'incremento è previsto dalla legge. Poco importa però se questa "legge" non sia uguale per tutti, o se questa "legge" vada a colpire un popolo che si avvia all'impoverimento certo.

Intanto l'acqua continua ad entrare copiosa dalle falle di questa nazione, chissà se moriremo prima di fisco o annegati.

Gabriele Gruppo

fonte: http://wordpress.thule-italia.net/?p=7732

 

Vota:
Le cellule staminali ridanno la vista 'per sempre'
È tutta una questione di coscienza

Related Posts

Commenti

 
Ancora nessun commento

Accedi