McDonald’s: dopo 137 giorni un Happy meal è ancora “buono” come appena fatto!

Per testare la tenuta di un Happy meal, ovvero un pasto per bambini composto da un hamburger e una porzione di patatine piccole, la fotografa newyorkese Sally Davies ha dato vita all’Happy Meal Project.

Happy Meal Project: fotografare per 137 giorni consecutivi (circa 4 mesi e mezzo) un hamburger prodotto da McDonald e scoprire come invecchia.

Da tempo si vocifera della straordinaria capacità di conservazione dei cibi preparati nei fast food McDonald’s e l’artista ha fotografato per 137 giorni consecutivi i due cibi sistemati su un tavolo.

A quanto pare, il panino e le patatine non hanno generato muffe o cattivi odori e si sono conservati quasi inalterati per l’intera durata del progetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’esperimento si è concluso il 25 agosto 2010 e sembra che dopo 137 giorni un Happy meal sia “buono” come appena fatto… o quasi.

A chi volesse approfondire il discorso, suggeriamo la lettura del libretto “McNUDO, 100 buone ragioni per stare alla larga da McDonald’s“.

Come si legge sul sito si Stampa Alternativa “non si scriverà mai abbastanza a proposito di Mc Donald’s, tanti sono gli attentati che compie ogni giorno, nei suoi punti di ristorazione in tutto il globo, alla salute, all’ambiente, alla cultura, alla storia delle persone e dei popoli.  Questo piccolo libro individua cento buone ragioni per starne alla larga“.

Il libro è privo di copyright: lo si può quindi scaricare, stampare e distribuire liberamente.

Link: McNUDO, 100 buone ragioni per stare alla larga da McDonald’s

 Link: Sallydaviesphoto.com

Articolo tratto da: Marrai a Fura – sostenibilità e partecipazione

Vota:
Il manuale di sopravvivenza energetica e il decalo...

Related Posts

Commenti

 
Ancora nessun commento

Accedi