I forse e i se...

Quante volte vi siete sentiti dire ad una domanda precisa : "Forse", oppure :"Se..."

Di "forse e di se" sono pieni i dubbiosi. Il fatto è che il dubbio lo inseriscono nella vita ed allora tutta la vita è composta da queste d...ue parole.

"Occorre avere un pensiero pulito" dice Luigi, l'O.B.

Il pensiero pulito è privo di forse e si se..è un autentico pensiero che contiene una intenzione e l'energia per essere realizzato.

Cosa ti verrebbe in mente se una persona ad una tua domanda precisa tipo:"Hai un lavoro soddisfacente?" ti rispondesse "Forse"...

Ma come, non lo sa? Oppure se alla domanda :"Vieni a trovarmi Domenica?" Ti rispondesse :"Se...non piove" . E se piove? Non viene? L'amicizia dipende dalla pioggia? Il dialogo anche? E cos'altro ancora?

Se...mi dai una tenda da campeggio vado in vacanza. Come se...e se non l'avessi la tenda da darti? Non andresti in vacanza?

"Forse...no".

Il dubbio. Quanto di peggio per un pensiero pulito. Esso si insinua nella mente, si stratifica nel cervello, si rappresenta nelle azioni, ci limita nelle scelte e nelle decisioni.

Il fatto è che moltissime persone vivono nel dubbio. Senza conoscerne i danni. Di cosa dubitano realmente? Di se stessi!

Chi ha sicurezza non ha dubbi, chi è certo di conoscere non ha dubbi, chi è consapevole non ha dubbi.

I dubbi sono presenti solamente in persone poco responsabili, per nulla attivi, quasi mai liberi. Anche se è loro libertà vivere nei forse e nei se.

Ma è una libertà "condizionata".

Ossia a condizione che...qualcuno si impegni al loro posto allora si muovono, e agiscono. Diversamente questo tipo di persone permangono in uno stato di apatia, di stasi che li conduce gradualmente verso il nulla.

Ho avuto una chiacchierata con Luigi che mi ha illuminato su questi argomenti. Lui sostiene che è una questione di allineamento alla "griglia" della vita, ossia a tutte le possibilità che essa ci offre, ma se non siamo rapidi nel coglierle ecco che a causa dei dubbi le perdiamo. Concordo perfettamente con lui.

La "griglia" è una condizione di vibrazione. Se non si vibra coerentemente al pensiero ecco che si instaura il dubbio. Oppure il dubbio ci fa cadere nella condizione di essere fuori dalla vibrazione e quindi di non ottenere ciò che si vuole.

Il cosiddetto "dubbio filosofico" è una menata terrificante!

Vivere nel dubbio non ha mai fatto bene a nessuno. Le certezze sono l'unica cosa che ci rendono esseri umani con tanto di Spirito.

Persino Yuri, il mio cane ha certezze. Ad una certa ora di sera si alza e mi guarda. Non dice una parola, ma sa che gli aprirò la porta per farlo uscire. Se capitasse che non lo facessi inizia a ululare come per rimproverarmi o per ricordarmelo.

Lui non ha dubbi perché sa che apro la porta. Lo sa perché l'ho sempre fatto.

Quante volte facciamo delle cose senza nemmeno pensarci per il solo fatto che sappiamo che le faremo? In quei momenti il dubbio non ci sfiora. Siamo certi. Siamo nella condizione di vibrare elegantemente con il nostro pensiero pulito. Si, ho scritto elegantemente. Perché è una questione di eleganza mentale, psichica e Spirituale.

Certamente i dubbi possono nascere da eventi che si è vissuto in modo drammatico. E se questi eventi sono stati anche causa di una persona oltre che da noi, di quella persona ci si fiderebbe meno, ecco il dubbio. Ma in questo caso è giustificato, anzi è un bene che ci sia!

Ci farebbe riflettere se fare o non fare cose con quella persona.

Vi sono anche persone che vivendo il dubbio come stile di vita offrono al prossimo lo stesso trattamento; dubitano di chiunque.

Non è certamente un bel vivere. Preferisco il rischio a questo punto. Magari calcolato, ma non il dubbio.

Posso anticipare le mosse dell'altro solo se sono allineato con il pensiero pulito. Diversamente il mio stesso pensiero mi impedirebbe di realizzare quanto mi propongo. Ma tutti sapete che il pensiero è causativo. Quindi regolatevi.

I "forse" i "se" ed anche i "ma"...sono dubbi.

Liberarci da essi è fondamentale.

L'azione deve essere completata senza riserve, le parole dette senza rimuginamenti, ed i pensieri accolti con intelligenza.

L'armonia è presente sempre, occorre solo allinearsi ad essa.

Per qualcuno potrebbe essere difficile perché non sa ancora cosa sia, ma attraverso le letture dei miei articoli potrebbe comprendere.

Non sono un "saggio" e nemmeno un "santone", sono solo un uomo che ha vissuto a contatto con migliaia di persone ed ha imparato da esse quanto ho qui esposto.

Non sono nato "saputo", ho dovuto lavorare, studiare, vivere e commettere errori, per imparare da essi. Il coraggio non mi è mai mancato. Anche quello di riconoscere l'errore!

Ma certamente non ho dubbi. Sono certo di ogni cosa che propongo perché l'ho sperimentata sulla mia pelle. La cavia sono stato io. Cavia di me stesso, sperimentando e verificando.

Ecco il modo con il quale ho creato il mio vivere.

Un solo invito: tralasciate i forse i se ed i ma e gettatevi nella vita, perché essa è meravigliosa.

Sempre.

Un saluto

Paolo Oddenino Paris

 

Articolo pubblicato anche sul gruppo facebook: "Istituto di Crescita Personale".

Vota:
Azione Consapevole-Stato Interiore e Karma
La condotta dell'iniziato

Related Posts

Commenti

 
Ancora nessun commento

Accedi