Il Segreto Iniziatico

Uno dei concetti fondamentali per chi intraprende una Via Iniziatica è quello del Segreto.

Ad ogni neofita viene subito spiegato che ogni insegnamento ricevuto va conservato nel Silenzio. Spesso questo fatto viene percepito da chi non segue la Via come una minaccia inquietante, perché si crede che quanto tenuto segreto possa essere pericoloso in qualche modo, rimanda ad idee massoniche o da setta. Capisco che possa essere percepito così. Alcuni obiettano che se un insegnamento è importante debba essere condiviso da tutti, altri ti guardano in tralice e sospettano che tu non dica niente perché te la tiri e vuoi fare l'elitario.

Dopo anni di apprendistato posso dire che è importante mentenere segreto quanto appreso, ma per motivi diversi da quelli percepiti normalmente. Nell'Iniziato avviene, man mano che si avanza nell'apprendimento, una vera e propria traformazione energetica, a livello sottile, che richiede molta energia e concentrazione, oltre che il rispetto di una Regola che guida attraverso le difficoltà dell'impresa. Il silenzio è fondamentale come non aprire il forno mentre si sta cuocendo una torta, per evitare che si sgonfi e non lieviti più. Venire a conoscenza di certi concetti non è in alcun modo pericoloso, ma è controproducente per chi sta praticando, perché l'energia si disperde e non è interamente utilizzata ai fini desiderati dell'accrescimento della Consapevolezza.

Gesù diceva "Chi ha orecchie per intendere, intenda". Un Iniziato può comunicare ad un profano anche il più misterioso dei segreti, senza che ciò abbia alcun effetto su chi ascolta. Questo perché il profano non ha risparmiato nella sua vita sufficiente energia per appprendere quel concetto e farlo proprio; è come se non fosse compatibile con il suo sistema, perciò semplicemente lo esclude dall'esperienza, oppure lo intellettualizza e ne discute, ma non riuscendo a inglobarlo energeticamente, quell'insegnamento rimane inattivo, non è "magico", nel senso che non è energeticamente operativo.

Per questi motivi chiunque si avventuri su questa straordinaria Strada è consigliabile eviti di parlare, per rispetto alla Via, al Maestro, agli altri apprendisti, ma soprattutto per rispetto a se stesso e al lavoro che sta compiendo.

Altra cosa è invece cercare, come si sta facendo in questo articolo, di comunicare ai profani quanto sia meraviglioso scegliere di impegnarsi in un percorso di questo genere, sfatando alcuni miti e dando testimonianza. Perchè sempre più persone decidano, chissà, di scegliere l'unica strada che conduce all'unica libertà possibile: quella della Consapevolezza dello Spirito.

Vota:
Il Vero Iniziato si prende per il Sacro Culo
L'Iniziato

Related Posts

Commenti

 
Ancora nessun commento

Accedi