Dal PentagrammAton all'EsagrammAton

di Riccardo Ammendola

Ormai nelle "scuole" iniziatiche d'oggi, si mira alla costruzione di un Corpo Adamantino nel quale, dopo la morte, trasferire la Coscienza. Ho parlato con molti maestri dei più svariati Ordini e gruppi esoterici e nessuno, sottolineo nessuno ha creduto o crede alla promessa della Tradizione, la nascita quaggiù di un Essere attraverso il quale il Braccio di Shaddai, la Presenza di Ehye Asher Ehye e l'Ineffabilità di El Elion si manifestano per compiere il prodigio della Cosa Unica.

Il mio Didimos un giorno mi disse riferendosi a certune scuole: "si fermano all'argento, alla realizzazione della stella a cinque punte". La stella a cinque punte ci indica che i quattro elementi costituenti la Mater-Materia si sono spiritualizzati trasmutandosi nel 5 o quinto elemento Cristico, la Luce!

Tuttavia la stella a cinque punte possiede all'interno un penatalfa rovesciato, simbolo femminile ben rappresentato dall'argento la cui natura lunare gli conferisce lo status di allegoria per tutte le Eva. Ecco perché il Kremmerz affermava che il Krystos è il Corpo Lunare dell'androgino, pur essendo stata infatti la materia spiritualizzata, essa possiede ancora natura lunare a causa del pentalfa interno rovesciato.

Quindi si parlava di un solo stadio del Krystos, ed ora comprendo anche perché il mio Gemello mi disse che "persino il Krystos è una Sulam Ya'akov", cioè una Scala di Giacobbe, perché esistono vari stadi di realizzazione del Krystos, come ci confermano le Scritture: "il più grande sulla Terra è il più piccolo nel Regno dei Cieli" allorché sono molte le Vesti di Luce che siamo chiamati a confezionare per ritornare a Casa, una Tunica Luminosa per ciascuno dei vari livelli vibrazionali all'interno dei diversi universi esistenziali.

Dunque il Krystos come stella a cinque punte è solo uno stadio transitorio del Krystos come stella a sei punte, dove l'alto e il basso si compenetrano l'uno nell'altro dando alla luce l'Androgino Perfetto, Vero Figlio del Padre e Vero Padre di questo Universo, nonché Capo di tutte le Gerarchie, per questo detto Alufò Shel Olam.

Quindi quelle pochissime scuole moderne che lavorano alchemicamente, insegnano come spiritualizzare la propria materia ma... NON sanno come insegnare a materializzare lo Spirito, ed è logico, non vi hanno creduto e dunque non lo realizzeranno mai! Affermo che la realizzazione non è completa finché il Cinque non si trasmuta nel Sei, infatti per la realizzazione della stella a sei punte bisogna aggiungere di sotto a quella a cinque punte un triangolo, manca lo Spirito cioè, che si riversa in basso, così nel medium coniungendi tincturas il "corvo diventa bianco e la colomba nera" e poiché in medio stat virtus, l'Iniziato ha realizzato il Vero Uomo avendo esaltato le proprietà del suo Lapis.

stella 6

 

Fonte: http://www.riccardoammendola.blogspot.it/2013/04/dal-pentagrammaton-allesagrammaton.html

 

Vota:
Il Lato Attivo dell'Infinito
Il Maestro secondo la Tradizione Primordiale

Related Posts

Commenti

 
Ancora nessun commento

Accedi