Dov'è Gesù?

Dov'è Gesù?

E' qui

fra queste righe

scordate nel quaderno

è nel quesito stesso

è nel dilemma che lo fa sorgere

è la ricerca

è l'ansia della risposta

è lo spirito del pensiero

è...

 

Si, ma come lo trovo?

Cercando

nel tuo senso

di ogni giorno

il senso che non sia

senza un motivo.

Scoprendo che ogni respiro

che t'è dato

inizia e finisce solo per Lui

ed è un gioiello di cui t'adorna

E ti ricrea la mente

con l'amore,

la vista, la parola e tutti i sensi.

Scoprendo

che solo per questo

tu devi tutto

il tuo vissuto al Santo

e per il Santo,

e lì lo troverai.

 

E come lo ringrazio?

Non avendo paura di Lui

non vergognandoti

amandolo appena lo riconosci

e servendolo con dignità

cercando di essere veramente forte

contro tutte le avversità,

perchè il coraggio te lo dà

e non si cede con un

tale compagno

davanti a a nulla

e niente può far male.

Combattere felici

questa storia

di giorni alterni a notti

rispettando i ritmi

la buona e la mala sorte

con la certezza

di non esser soli.

 

E la preghiera?

Aiuta, dà speranza

tutto il Creato

aspetta la Parola,

essa raggiunge

ogni tua aspettativa,

con certi versi

quasi li colora.

E parla, dunque

della tua preghiera,

colora la parola

del tuo Dio

e amalo con essa,

come ha fatto Lui.

Gentile e lenta

risuona nella mente,

nel mondo, nel creato,

è l'onda del rintocco

dell'Amato.

Vota:
La fine del Mondo
Cari sonnambuli... Buon risveglio

Related Posts

Commenti 3

 
Mauro Picchiàmi il Venerdì, 30 Marzo 2012 09:04

Grazie Franca :D
veramente molto bello questo tuo 'poetare mistico'.
Sai una cosa in modo particolare mi ha colpito:
il linguaggio fresco e attuale in cui conduci il lettore a scoprire la presenza operante dell'Amato nella vita.
Egli veramente è nel nostro respiro e da li emana la forza vitale del suo Spirito per riconoscerlo e per ascoltare la sua voce che ci parla del Padre e ci riconduce all'Unità con Lui.
Il mistero dell'inabitazione della S.S. Trinità mi affascina e mi inebria, ma come vedi io sono qui a parlarti di interiorità ed uso un linguaggio stereotipato e antico... Il tuo linguaggio, fresco e attuale, non solo diventa annuncio a chi legge e ci si ritrova, ma testimonia che non sono parole 'imparate' ma vita.
Grazie cara sorella e buona Resurrezione...

Grazie Franca :D veramente molto bello questo tuo 'poetare mistico'. Sai una cosa in modo particolare mi ha colpito: il linguaggio fresco e attuale in cui conduci il lettore a scoprire la presenza operante dell'Amato nella vita. Egli veramente è nel nostro respiro e da li emana la forza vitale del suo Spirito per riconoscerlo e per ascoltare la sua voce che ci parla del Padre e ci riconduce all'Unità con Lui. Il mistero dell'inabitazione della S.S. Trinità mi affascina e mi inebria, ma come vedi io sono qui a parlarti di interiorità ed uso un linguaggio stereotipato e antico... Il tuo linguaggio, fresco e attuale, non solo diventa annuncio a chi legge e ci si ritrova, ma testimonia che non sono parole 'imparate' ma vita. Grazie cara sorella e buona Resurrezione...
franca di prima il Venerdì, 30 Marzo 2012 13:42

Grazie, sono commossa, un abbraccio

Grazie, sono commossa, un abbraccio
Mister X il Domenica, 08 Aprile 2012 21:24

Caro Gesù per Natale
donami la tua arte nascosta
di feto diabolico,
l'esotiche polveri
dalla tua collezione astrale
di farfalle,
portami le lacrime del Giordano
ed i suoi pesci ascia
di metallo gelato.

Non hai dimenticato il colore
del sangue,
come da bambini
tingiamoci dalla testa ai piedi
e come purpurei leopardi
andiamo a caccia tra le foglie di palma.

Caro Gesù per Natale donami la tua arte nascosta di feto diabolico, l'esotiche polveri dalla tua collezione astrale di farfalle, portami le lacrime del Giordano ed i suoi pesci ascia di metallo gelato. Non hai dimenticato il colore del sangue, come da bambini tingiamoci dalla testa ai piedi e come purpurei leopardi andiamo a caccia tra le foglie di palma.

Accedi