Come Comprendere il processo della Rinascita

Dali Geopoliticus-Child-Watching-the-Birth-of-the-New-Man-1943

La nascita è il primo mistero nell'universo fisico; la morte è il secondo, che dà un doppio motivo di perplessità al mistero della nascita. A prima vista, la nascita potrebbe sembrare un'esplosione costante di vita in una morte generale. Ad un'esame più attento comincia a risultare che la vita è qualcosa d'involuto nella materia, che può apparire solo quando ottiene le condizioni necessari per affermare i suoi fenomeni caratteristici, ed organizzarsi in maniera appropriata.

 

Passaggi

1- Ma nella nascita della vita c'è qualcosa di più che partecipa all'avvenimento, un elemento non più materiale, un evidente vibrazione dello spirito. Tutto ciò che comincia ha una fine con la cessazione del processo che lo ha creato e lo conserva, o per la dissoluzione dei materiali di cui è composto o per il termine del funzionamento per il quale è venuto ad esistere. Se c'è un'eccezione a questa legge, dev'essere per una discesa dello spirito nella materia, che anima la materia di divinità o le conferisce la sua immortalità.

2- Se l'anima è stata creata per animare il corpo, se è dipeso dal corpo il suo venire ad esistere, essa non può avere alcuna base d'esistenza dopo la scomparsa del corpo. Ma se essa sussiste ancora come essere immortale, deve esistere un corpo sottile in cui essa continua, e questi deve quindi essere preesistente al veicolo materiale. Inoltre, possiamo supporre che là dove vediamo nel tempo un certo stadio di sviluppo, questi debba avere un passato.

3- Perciò, se l'anima entra in questa vita con un certo sviluppo di personalità, essa deve averlo preparato in altre vite precedenti. Se l'anima è reale e immortale, deve essere anche eterna, senza un inizio nel passato così come senza una fine nel futuro; una persona spirituale che manifesta nel tempo un flusso di personalità mutevole. Di conseguenza, può manifestare questo flusso di personalità in un mondo di nascita e di morte solo assumendo dei corpi successivi, mediante una rinascita costante nelle forme della natura. L'universo materiale è lo stadio più basso di un'immersione della manifestazione in un'apparente nescienza di sé stesso; ma la sua evoluzione in una ritrovata consapevolezza di sé era inevitabile fin dall'inizio, perché ciò che è involuto deve evolvere.

4- È attraverso l'essere individuale cosciente che è possibile questa riscoperta; è in lui che la coscienza evolutiva diventa organizzata e capace di risvegliarsi alla sua propria realtà. L'importanza immensa dell'essere individuale, che aumenta nella misura in cui egli si eleva nella scala della coscienza, è il fatto più significativo di un universo che è cominciato senza coscienza e senza individualità in una nescienza indifferenziata. Quest'importanza può essere giustificata se il sé come individuo non è meno reale del sé quale spirito cosmico, e se entrambi sono poteri dell'Eterno.

5- Ne consegue che la rinascita non è più un meccanismo che può o non può essere accettato, ma diventa una necessità della natura fondamentale della nostra esistenza. Quest'assunzione del corpo che chiamiamo nascita dà la possibilità di mettere in atto lo sviluppo del sé e il gioco di relazioni fra l'individuo e l'universale e tutti gli altri individui; solo nel corpo può prodursi la crescita grazie ad un progressivo sviluppo del nostro essere cosciente; tutto l'insieme di ciò che chiamiamo vita nel mondo fisico è un progresso dell'anima. Nel suo aspetto spirituale, la nascita umana è un composto di due elementi: una persona spirituale e un'anima della personalità. La prima è l'essere eterno dell'uomo, la seconda il suo aspetto cosmico e mutevole.

6- Esso emerge all'inizio come anima segreta nelle forme vitali che sono al confine tra la nescienza e quella luce parziale della nostra coscienza che è la nostra ignoranza.. L'uomo è qui per avanzare, dall'ignoranza che egli rappresenta, verso la conoscenza che egli può abbracciare mediante lo sviluppo dello spirito, deve conoscere il suo sé reale e condurre la vita spirituale.

Fonte: Sri Aurobindo -La Vita Divina

Vota:
Come Realizzare il Grande Intento
Noi, il confine tra cielo e terra.

Related Posts

Commenti

 
Ancora nessun commento

Accedi