La responsabilità del “Popolo dello Spirito” nei confronti dell’umanità

Non ci girerò tanto intorno: chi si ritiene "spirituale" (a torto o a ragione, ognuno renda conto a se stesso nella penombra della propria cameretta) ha la precisa RESPONSABILITA' di trasmettere ciò che ha appreso agli altri.

Innanzitutto attraverso la COMPASSIONE, che non è "poveretto, guarda che sfigato", ma SOSTEGNO ENERGETICO E MATERIALE (nel caso ve ne sia la necessità, in base alle proprie possibilità e sempre e solo per nutrire lo spirito), nei confronti di chiunque, senza pregiudizi di sorta, dal mollusco invertebrato all'assassino, con tutto quello che passa nel mezzo.                                                                                                                                                           ATTENZIONE: INCONDIZIONATO vuol dire SENZA ASPETTARSI NULLA IN CAMBIO; nessun riconoscimento, nessuna medaglia d'onore, spesso anche senza che la persona sappia che ha ricevuto sostegno e da chi. Allo Spirito non frega un cazzo, per usare un francesismo, del ritorno materiale o dei complimenti, e neanche a noi, se agiamo con la parte spirituale. Le ricompense arriveranno, eccome, ma saranno esclusivamente appannaggio dello Spirito. Accresceranno la nostra consapevolezza e la nostra conoscenza di noi stessi. Arriveranno quando meno ce lo aspettiamo e in una forma che non avevamo preventivato. Nel mentre andiamo avanti.

Tutte le storie del "non sono all'altezza, tengo per me la conoscenza, mi prenderanno in giro, devono trovarlo da soli" sono tutte cazzate egoiche. Lo Spirito deve essere TRASMESSO, il più possibile, a quante più persone possibile, senza trattenerlo e senza vergogna, paura, resistenza.                                                                                                 Se ho imparato qualcosa, lo spiego a chi avrà voglia e orecchie per ascoltarlo, senza giudicare. Mi hanno regalato qualcosa, lo Spirito mi ha regalato qualcosa. NON E' MIO, NON MI APPARTIENE, gli ho solo permesso di passare ATTRAVERSO DI ME: appartiene all'Universo intero, all'umanità (e ben, ben "oltre"!). Solo donandolo a mia volta, quello che ho imparato acquisterà un senso e acquisterà Potere. Solo così diverrà "operativo". Altrimenti rimarrà solo un eterno rimirarsi le punte delle scarpe e dirsi "minchia, sono proprio bravo" (e l'ego ringrazia e ingrassa).

Quel qualcosa ha valore solo se non lo blocco, non lo freno, se lo regalo anche a te, perché tu possa farlo a tua volta con altri. Solo così immetteremo nell'universo una energia pulita, scevra dalle pretese dell'ego. Solo così faremo della nostra goccia un'onda d'urto, che si propagherà e aiuterà i dormienti, a livello sottile, a destarsi.

Ognuno secondo i propri talenti, le proprie capacità, ha il  di aiutare gli altri a trovare la strada, per chi vorrà seguirlo. La possibilità deve essere data a tutti, e se tu sei a conoscenza di qualcosa che può fare stare meglio gli altri, farli vivere più felici, aiutarli a capire qualcosa di loro stessi, il dovere di trasmetterlo è innanzitutto nei confronti di te stesso, perché solo attraverso la trasmissione avrai modo di imparare che tu SEI tutti gli altri, quello che insegni agli altri lo stai insegnando a te, e ala fine scoprirai che esisti solo tu, e quello che non dai agli altri hai deciso di non concederlo a te stesso (gli altri non esistono, ma questo si può solo sperimentare, non spiegare).

Ah, quando trasmetti agli altri, fallo con GIOIA, ALLEGRIA, SIMPATIA, CELEBRAZIONE come dice Osho (e mi piace tanto!), perché i tirosi musoni intellettuali li lasciamo all'ego. La risata è l'emozione attraverso cui lo Spirito si esprime al meglio. L'Amore è risata. Ricordalo sempre, quando insegni e quando apprendi. Scegli qualcuno che ti faccia ridere e fai ridere gli altri, stai GIA' smuovendo energia!                                                                                               Lo Spirito è leggero, l'ego è pesante. Se lo senti come un dovere, un fardello, non sei ancora pronto; lavoraci su.   Fai della tua vita un esempio, vivi leggero, ridi, divertiti, dai a te stesso tutto quello che merita.

Presto accadrà che smetterai di farlo, e lo SARAI!                                                                  BUONA CONSAPEVOLEZZA A TUTTI!

P.S: Dimenticavo: se ti capitasse di pensare che non puoi trasmettere quello che sai perché non sai abbastanza, perché non ti senti pronto, perché non hai tempo, perché nessuno ti caga, perché non hai ritorno economico, perché "chi sono io per cambiare le cose", sappi che sono tutte sollecitazioni dello stimolo distruttore che agisce sull'ego. Mandalo affanculo e vai avanti. Stai con lo Spirito e fatti sostenere! Tu sei l'universo, fallo accadere in te e insegnalo a tutti quelli che incontri!!!

Vota:
Similia similibus curantur - letteralmente «I simi...
Il Trattato di Lisbona (ovvero la Costituzione Eur...

Commenti 17

 
Naturopatia-ime GiuseppeImbriani il Mercoledì, 23 Maggio 2012 16:15

SALVE miroux, seppur con molta foga, hai detto cose sacrosante; :) CONDIVISIONE e SORRISO.

SALVE miroux, seppur con molta foga, hai detto cose sacrosante; :) CONDIVISIONE e SORRISO.
silvia raffaella formia il Mercoledì, 23 Maggio 2012 16:56

A volte la foga aiuta i più "timidi" (leggi "testoni" :D) a destarsi!
Sorrisone anche atte!! :p

A volte la foga aiuta i più "timidi" (leggi "testoni" :D) a destarsi! Sorrisone anche atte!! :p
antonella il Mercoledì, 23 Maggio 2012 18:18

Condivido tutto quello che dici, ma non come lo dici. Le parole possiedono un loro contenuto vibratorio che risuona e "accorda" chi le ascolta e in questo mondo tanto vituperato da basse vibrazioni energetiche credo che il modo di esprimersi sia fondamentale. La passione si può trasmettere anche attraverso ironia e grazia. Spesso, come dici tu, una sonora risata equivale ad uno scossone... Diffondere parole ad alto contenuto vibratorio è indice di luminosità e leggerezza... fondamentale al giorno d'oggi e sempre. Non ho mai letto, né udito maestri spirituali usare parole a bassa frequenza energetica per trasmettere i loro messaggi, anzi ovunque negli ashram il controllo della parola è molto importante! Perdona l'intrusione... vai oltre quello che dico e cerca di comprendermi... te lo dico con stima!

Condivido tutto quello che dici, ma non come lo dici. Le parole possiedono un loro contenuto vibratorio che risuona e "accorda" chi le ascolta e in questo mondo tanto vituperato da basse vibrazioni energetiche credo che il modo di esprimersi sia fondamentale. La passione si può trasmettere anche attraverso ironia e grazia. Spesso, come dici tu, una sonora risata equivale ad uno scossone... Diffondere parole ad alto contenuto vibratorio è indice di luminosità e leggerezza... fondamentale al giorno d'oggi e sempre. Non ho mai letto, né udito maestri spirituali usare parole a bassa frequenza energetica per trasmettere i loro messaggi, anzi ovunque negli ashram il controllo della parola è molto importante! Perdona l'intrusione... vai oltre quello che dico e cerca di comprendermi... te lo dico con stima!
Naturopatia-ime GiuseppeImbriani il Giovedì, 24 Maggio 2012 06:34

COMPARTECIPAZIONE, CONDIVISIONE "leggera" e "soave" è ciò che occorre ora al genere umano.

COMPARTECIPAZIONE, CONDIVISIONE "leggera" e "soave" è ciò che occorre ora al genere umano.
silvia raffaella formia il Giovedì, 24 Maggio 2012 08:05

Ciao kim, grazie del commento :)
Se non hai mai sentito un Maestro spirituale usare certe parole, beh, non hai mai conosciuto il mio Maestro :D:D:D
Ma d'altronde, ognuno ha il Maestro che si merita, e io non farei mai cambio con nessun altro!!!
Comunque sia, la mia natura è costituita principalmente da due parti; una poetica e delicata, che ama il bello, la buona letteratura, l'arte e la natura. L'altra dissacrante, ironica, passionale (scorpione, ahime' :p) folle ed esplosiva. Mi piace lasciare ad entrambe la loro parte di scena, a seconda di come mi sento.
Il maestro del mio maestro un giorno gli disse una cosa che porto sempre con me:
"Non importa cosa fai, cosa dici o cosa pensi. L'importante è che tu lo faccia consapevolmente".
Se poi questo modo di esprimersi non è nelle tue corde, lo rispetto :D, per qualcun altro sarà funzionale, come lo è stato per me :)
Accetto con gratitudine la tua stima e ricambio. Palla al centro!

Ciao kim, grazie del commento :) Se non hai mai sentito un Maestro spirituale usare certe parole, beh, non hai mai conosciuto il mio Maestro :D:D:D Ma d'altronde, ognuno ha il Maestro che si merita, e io non farei mai cambio con nessun altro!!! Comunque sia, la mia natura è costituita principalmente da due parti; una poetica e delicata, che ama il bello, la buona letteratura, l'arte e la natura. L'altra dissacrante, ironica, passionale (scorpione, ahime' :p) folle ed esplosiva. Mi piace lasciare ad entrambe la loro parte di scena, a seconda di come mi sento. Il maestro del mio maestro un giorno gli disse una cosa che porto sempre con me: "Non importa cosa fai, cosa dici o cosa pensi. L'importante è che tu lo faccia consapevolmente". Se poi questo modo di esprimersi non è nelle tue corde, lo rispetto :D, per qualcun altro sarà funzionale, come lo è stato per me :) Accetto con gratitudine la tua stima e ricambio. Palla al centro!
antonella il Giovedì, 24 Maggio 2012 19:11

"Qualsiasi cosa, l'importante è che tu la faccia consapevolmente" vero!!! ...Lasciamo la palla al centro e andiamo avanti, l'obiettivo è lo stesso per tutti e siamo fortunati perché "Dio è talmente vasto che non possiamo mancarlo!". Ti leggo sempre volentieri Miroux!

"Qualsiasi cosa, l'importante è che tu la faccia consapevolmente" vero!!! ...Lasciamo la palla al centro e andiamo avanti, l'obiettivo è lo stesso per tutti e siamo fortunati perché "Dio è talmente vasto che non possiamo mancarlo!". Ti leggo sempre volentieri Miroux!
Simonetta Magni il Giovedì, 24 Maggio 2012 11:18

Anche Osho Rajneesh è stato dissacratorio... ciò che rende sacra una cominicazione è il fine per cui la si fa

Anche Osho Rajneesh è stato dissacratorio... ciò che rende sacra una cominicazione è il fine per cui la si fa
laura bartorelli il Venerdì, 25 Maggio 2012 05:30

Io non ho capito chi sono questi "timidi testoni". Che poi, secondo me, è giusto essere cauti e consapevoli nel trasmettere ciò che si è appreso (ma lo abbiamo appreso e assimilato veraMente?)perchè gli Insegnamenti sono importanti di per se ma commentatori e interpreti, quasi sempre, possono solo distorcerli. E' molto meglio andare direttamente alla Fonte...

Io non ho capito chi sono questi "timidi testoni". Che poi, secondo me, è giusto essere cauti e consapevoli nel trasmettere ciò che si è appreso (ma lo abbiamo appreso e assimilato veraMente?)perchè gli Insegnamenti sono importanti di per se ma commentatori e interpreti, quasi sempre, possono solo distorcerli. E' molto meglio andare direttamente alla Fonte...
silvia raffaella formia il Venerdì, 25 Maggio 2012 06:18

Era un giochino di parole, timidi/testoni per dire che ci sono persone che hanno bisogno di termini e forme un pò più "energiche" per comprendere o iniziare a ricercare. Sarà che le cose troppo melense dopo un pò mi stuccano :D, ma è solo una opinione strettamente personale. Quando mi sento così, i miei scritti mi seguono...! Gradirà chi si sente come me, immagino.
Certo che è meglio andare direttamente alla fonte, ma per scoprire che esiste qualcuno te la deve indicare, a meno che uno sia così "fortunato" da caderci dentro (non scordatevi il costume da bagno!).
Commentatori e interpreti guarderanno dal proprio punto di vista, sempre, perché non v'è altro modo, ma se non pensassimo che comunque uno scambio di punti di vista può servire prima o poi ad avere il quadro generale, questo sito non avrebbe senso di esistere e faremmo tutti altro :D

Era un giochino di parole, timidi/testoni per dire che ci sono persone che hanno bisogno di termini e forme un pò più "energiche" per comprendere o iniziare a ricercare. Sarà che le cose troppo melense dopo un pò mi stuccano :D, ma è solo una opinione strettamente personale. Quando mi sento così, i miei scritti mi seguono...! Gradirà chi si sente come me, immagino. Certo che è meglio andare direttamente alla fonte, ma per scoprire che esiste qualcuno te la deve indicare, a meno che uno sia così "fortunato" da caderci dentro (non scordatevi il costume da bagno!). Commentatori e interpreti guarderanno dal proprio punto di vista, sempre, perché non v'è altro modo, ma se non pensassimo che comunque uno scambio di punti di vista può servire prima o poi ad avere il quadro generale, questo sito non avrebbe senso di esistere e faremmo tutti altro :D
laura bartorelli il Venerdì, 25 Maggio 2012 06:42

mah...non so...penso che quando sei pronto sia la Luce a trovarti, non abbiamo bisogno di "spintarelle", però è il mio punto di vista, basato sulla mia esperienza personale...

In questo Sito mi pare che di scambi di punti di vista ce ne siano, anche Belli e Intelligenti, gli altri che non pubblicano articoli e non intervengono commentando, sempre secondo me, è perchè: non hanno voglia, non hanno nulla da dire, riflettono, ascoltano passivamente (in senso positivo), non ci sono mai in questo Sito (probabilmente stanno sempre su Fb), non hanno tempo per pubblicare articoli (è un pò impegnativo)per via del lavoro e impegni famigliari, non si sentono pronti a trasmettere un bel niente etc etc etc possiamo andare avanti all'infinito...

mah...non so...penso che quando sei pronto sia la Luce a trovarti, non abbiamo bisogno di "spintarelle", però è il mio punto di vista, basato sulla mia esperienza personale... In questo Sito mi pare che di scambi di punti di vista ce ne siano, anche Belli e Intelligenti, gli altri che non pubblicano articoli e non intervengono commentando, sempre secondo me, è perchè: non hanno voglia, non hanno nulla da dire, riflettono, ascoltano passivamente (in senso positivo), non ci sono mai in questo Sito (probabilmente stanno sempre su Fb), non hanno tempo per pubblicare articoli (è un pò impegnativo)per via del lavoro e impegni famigliari, non si sentono pronti a trasmettere un bel niente etc etc etc possiamo andare avanti all'infinito...
laura bartorelli il Venerdì, 25 Maggio 2012 06:47

...e quali sarebbero "le cose troppo melense"?

...e quali sarebbero "le cose troppo melense"?
Naturopatia-ime GiuseppeImbriani il Venerdì, 25 Maggio 2012 07:38

miroux Tu dici: "..la fonte, ...per scoprire che esiste qualcuno te la deve indicare, a meno che uno sia così "fortunato" da caderci dentro..."
Se può interessarti, al riguardo, ho già espresso il mio pensiero...
La Conoscenza Alchemica è segreta in sé; incomunicabile fisicamente, in quanto celata nell’intimo di ogni individualità oltre la soglia del fisicale, solo la propria evoluzione ne sollecita l’ “estrazione”.
La crescita interiore dovrà seguire parametri soggettivi per realizzarsi. Seppur lo Spirito unisce il manifesto in una trascendenza comune, perlomeno la sua percezione iniziale, è obbligatoriamente e squisitamente individuale.
Chi non comprende se stesso, non avrà mai comprensione per gli altri o le altre cose. Il profondo dell’animo in ognuno di noi, è la porta personale e riservata verso l’infinito.
E comunque... "Talvolta perturba l'Iniziato l'Iniziando, tanto che l'inizio non trova mai fine".

miroux Tu dici: "..la fonte, ...per scoprire che esiste qualcuno te la deve indicare, a meno che uno sia così "fortunato" da caderci dentro..." Se può interessarti, al riguardo, ho già espresso il mio pensiero... La Conoscenza Alchemica è segreta in sé; incomunicabile fisicamente, in quanto celata nell’intimo di ogni individualità oltre la soglia del fisicale, solo la propria evoluzione ne sollecita l’ “estrazione”. La crescita interiore dovrà seguire parametri soggettivi per realizzarsi. Seppur lo Spirito unisce il manifesto in una trascendenza comune, perlomeno la sua percezione iniziale, è obbligatoriamente e squisitamente individuale. Chi non comprende se stesso, non avrà mai comprensione per gli altri o le altre cose. Il profondo dell’animo in ognuno di noi, è la porta personale e riservata verso l’infinito. E comunque... "Talvolta perturba l'Iniziato l'Iniziando, tanto che l'inizio non trova mai fine".
silvia raffaella formia il Venerdì, 25 Maggio 2012 06:20

Kim, bella questa: "Dio è talmente vasto che non possiamo mancarlo!". Non ti offendi se me la scrivo e la tiro fuori quando voglio fare bella figura?? (Sì, lo so, me lo sono già chiesto CHI E' che vuole fare bella figura...:D:D:D)

Kim, bella questa: "Dio è talmente vasto che non possiamo mancarlo!". Non ti offendi se me la scrivo e la tiro fuori quando voglio fare bella figura?? (Sì, lo so, me lo sono già chiesto [b]CHI E'[/b] che vuole fare bella figura...:D:D:D)
silvia raffaella formia il Venerdì, 25 Maggio 2012 07:52

Laura, non credo importi a nessuno quali siano le cose che io considero melense :D, senza contare che oggi potrei dirti che una cosa mi fa venire la glicemia e domani che mi ha fatto provare vibrazioni meravigliose...Quello che intendo è che scrivo, parlo, commento, con il registro che mi sento di usare in quel momento, lascio passare lo Spirito, per quanto sono in grado di farlo, mettendo da parte l'ego il più possibile. Gradirà chi si sentirà in risonanza con quella forma. Attraverso le parole passa l'intento, che trascende i semplici significati razionali e gli eventuali fraintendimenti o gradimenti personali e attua una modificazione nel nucleo energetico dell'essere umano. Diventa "operativo". Questa è "magia". Poi, la "confezione" può essere più o meno gradita da chi legge, ma rimane pur sempre una confezione.
Lascio scorrere e faccio finta di essere libera...!!
Comunque, e lo dico senza alcuna vena polemica :), a prescindere dalle mie impressioni personali (che comunque condivido volentieri con voi e ascolto volentieri da voi), il senso dell'articolo non risiede tanto nel registro, che è "venuto fuori" così, con foga, quanto nel significato profondo che ha per me e per chi vorrà coglierlo :)

Laura, non credo importi a nessuno quali siano le cose che io considero melense :D, senza contare che oggi potrei dirti che una cosa mi fa venire la glicemia e domani che mi ha fatto provare vibrazioni meravigliose...Quello che intendo è che scrivo, parlo, commento, con il registro che mi sento di usare in quel momento, lascio passare lo Spirito, per quanto sono in grado di farlo, mettendo da parte l'ego il più possibile. Gradirà chi si sentirà in risonanza con quella forma. Attraverso le parole passa l'intento, che trascende i semplici significati razionali e gli eventuali fraintendimenti o gradimenti personali e attua una modificazione nel nucleo energetico dell'essere umano. Diventa "operativo". Questa è "magia". Poi, la "confezione" può essere più o meno gradita da chi legge, ma rimane pur sempre una confezione. Lascio scorrere e faccio finta di essere libera...!! Comunque, e lo dico senza alcuna vena polemica :), a prescindere dalle mie impressioni personali (che comunque condivido volentieri con voi e ascolto volentieri da voi), il senso dell'articolo non risiede tanto nel registro, che è "venuto fuori" così, con foga, quanto nel significato profondo che ha per me e per chi vorrà coglierlo :)
laura bartorelli il Venerdì, 25 Maggio 2012 08:14

Dal Tuo articolo ho colto questo

Costruisco nell'Amore e nel Coraggio il mio presente.

Sono costante e determinata nel mio percorso evolutivo.

Riconosco i messaggi sincronici dell'Universo.

Manifesto i miei intenti.

Porto alla luce le potenzialità dei miei fratelli divini.

Che tu possa riscoprire quanto di più straordinario si possa concepire nella meravigliosa avventura della tua vita.

E così Sia!

n.b. spero non sia "troppo melenso" per te :)

Dal Tuo articolo ho colto questo Costruisco nell'Amore e nel Coraggio il mio presente. Sono costante e determinata nel mio percorso evolutivo. Riconosco i messaggi sincronici dell'Universo. Manifesto i miei intenti. Porto alla luce le potenzialità dei miei fratelli divini. Che tu possa riscoprire quanto di più straordinario si possa concepire nella meravigliosa avventura della tua vita. E così Sia! n.b. spero non sia "troppo melenso" per te :)
silvia raffaella formia il Venerdì, 25 Maggio 2012 08:08

"Talvolta perturba l'Iniziato l'Iniziando, tanto che l'inizio non trova mai fine"
Bellissima, Giuseppe!! Certo che sì, nessuno è mai "arrivato", tanto che si definisce "iniziato", non "arrivato" :D:D:D
Non c'è specchio che sia meno importante di un altro, se chi guarda avrà l'accortezza di riconoscere se stesso nel riflesso.
Lo Spirito sboccia come un fiore quando il terreno è pronto. Detto questo, credo che ognuno di noi, dentro i quali quel fiore sta timidamente facendo capolino, abbia la responsabilità di mostrare quello che di quel fiore misteriossisimo si può cogliere, affinché chi ha in sé già pronto quel terreno, possa trovare nell'esperienza di altri coltivatori il modo di gestire al meglio il suo giardino. Altri l'hanno fatto con me, guidati dallo Spirito, e io, nel mio piccolo, non ho intenzione di interrompere la catena, non tanto per gli altri ma per me (e, vi prego, non confondetelo con l'egoismo :D:D:D:).

"Talvolta perturba l'Iniziato l'Iniziando, tanto che l'inizio non trova mai fine" Bellissima, Giuseppe!! Certo che sì, nessuno è mai "arrivato", tanto che si definisce "iniziato", non "arrivato" :D:D:D Non c'è specchio che sia meno importante di un altro, se chi guarda avrà l'accortezza di riconoscere se stesso nel riflesso. Lo Spirito sboccia come un fiore quando il terreno è pronto. Detto questo, credo che ognuno di noi, dentro i quali quel fiore sta timidamente facendo capolino, abbia la responsabilità di mostrare quello che di quel fiore misteriossisimo si può cogliere, affinché chi ha in sé già pronto quel terreno, possa trovare nell'esperienza di altri coltivatori il modo di gestire al meglio il suo giardino. Altri l'hanno fatto con me, guidati dallo Spirito, e io, nel mio piccolo, non ho intenzione di interrompere la catena, non tanto per gli altri ma per me (e, vi prego, non confondetelo con l'egoismo :D:D:D:).
silvia raffaella formia il Venerdì, 25 Maggio 2012 08:15

Ho appena finito di trovare altri sette/otto significati diversi nella frase, vado a casa a studiare :D:D
Grazie Giuseppe, per la parcella mandami i tuoi dati di fatturazione :D:D:D:D:D:D

Ho appena finito di trovare altri sette/otto significati diversi nella frase, vado a casa a studiare :D:D Grazie Giuseppe, per la parcella mandami i tuoi dati di fatturazione :D:D:D:D:D:D

Accedi