Ama Te Stesso...ma come?

"Ama il prossimo tuo come te stesso". Se il parametro per amare il prossimo è l'amore di sé stessi, prima di amare il prossimo, dobbiamo conoscere come amare noi stessi e che cosa si debba intendere per "sé stessi". La sofferenza del mondo è data principalmente da questa grave malattia: l'incapacità dell'uomo di amare sé stesso, che, tradotto in altri termini, è la sfiducia in sé stessi. L'uomo non è contento di sé, non è soddisfatto di sé, e ciò genera in lui un'angoscia ancor più devastante. "Perché mai dovrei fidarmi di me – egli pensa – se tutto va così male, se ogni mio desiderio viene regolarmente disatteso, mancato?" ed è convinto che tutto vada male a causa della propria inettitudine. In verità, ignorare la suprema potenza che dimora dentro di noi e che ci fa dono della Sua Onnipotenza, sol che La sappiamo riconoscere, è il fallimento più rovinoso.

fiori-di-loto

Il primo livello di amore, dunque, si esprime nell'amore verso di sé, verso l'Energia Divina che dimora dentro di noi...Premesso che tutti vogliono star bene, è anche vero che tutti vogliono, anzi, pretendono di ricevere del bene. Nessuno rifiuterebbe di essere amato, quando questo amore lo gratificasse e gli desse ogni benessere. Il mondo intero ha bisogno d'amore e vi anela con tutte le forze. Perché, dunque, se tutti anelano all'amore, il mondo agonizza per mancanza di amore? Se è vero che nessuno rifiuterebbe amore e se il genere umano boccheggia per mancanza di questo ossigeno, significa che c'è sicuramente una grossa falla nel meccanismo del dare e avere amore. Certo. Tutti vogliono amore, ma nessuno è disposto a darlo. E' come se la piazza di un mercato fosse piena di gente che vuol comprare e nessuno vendesse. Come risolvere il problema? C'è un solo modo: che qualcuno cominci a dare, ad amare, senza reclamare remunerazioni. Quindi, gratuitamente. Allora, ci sarà sicuramente qualcuno che riceverà quell'amore e che ne sarà felice. La stessa persona che dona sarà felice di aver fatto contento un altro. Un infelice in meno al mondo; anzi, due infelici in meno.

Tratto da "L'albero dei desideri"- Mario Mazzoleni

Fonte: http://www.studiogayatri.it/home.htm

 

Vota:
Andare all'interno...
Pasqua e la Resurrezione

Related Posts

Commenti

 
Ancora nessun commento

Accedi