La tradizione iniziatica essena

Quasi tutti credono che la Tradizione Essena sia scomparsa oltre mille anni or sono. Quasi duemila...

Ma non è corretto. Essa si è trasformata secondo le indicazioni del Cristo.
Il primo portatore orale della Tradizione fu Giacomo, fratello di Gesù. Da quel tempo, nonostante i rotoli trovati a Qumram, nessuno ha mai espresso attraverso scritti le vere iniziazioni e tanto meno lasciato testimonianze scritte sulla Tradizione stessa. Ciò nonostante, essa si è perpetuata sino ai giorni nostri.
Ho avuto il piacere e l'onore di conoscere un Maestro della suddetta Tradizione: il Conte Gene Francis Dorset de Saint George, che nei miei libri chiamo semplicemente Martin, il suo nome d'arte da pittore.


Martin era l'Operal Rosso della Tradizione, insieme ad altre due persone che "vestivano" l'Operal Bianco e l'Operal Nero. Non si confonda con "Operal Nero" una persona dedita alla"magia nera", egli aveva il compito di far rispettare la "Regola".
Martin mi diceva spesso che avrei guidato gruppi, ed io rimanevo perplesso dato che i soli gruppi di cui ero docente erano formati da persone che frequentavano i miei corsi di mnemotecnica, lettura rapida e dinamica mentale.
Ma egli mi aveva eletto suo discepolo, dopo essersi accertato della mia struttura energetica e del mio amore per il Vero.
Non fu affatto un percorso semplice, anche se nei miei libri rendo tutto divertente. Ma è il mio stile.


Frequentai Martin per sette anni, nei quali appresi quanto era necessario conoscere per continuare il suo lavoro.
Quando Martin se ne andò, Luigi, l'Operal Bianco, l'unica persona che sapevo essere anche lui un suo discepolo come me, rimanemmo sconvolti, dato che non conoscevamo chi fosse il discepolo che aveva "vestito" l'Operal Nero. Lo cercammo tra i conoscenti di Martin ma solo tre mesi dopo ci venne in mente chi avrebbe potuto essere e quando suonammo alla sua porta ci sentimmo dire :"Credevo che non mi avreste mai trovato, benvenuti". Lui sapeva di noi ma noi non sapevamo nulla di lui. Così iniziammo a lavorare per redigere i lavori che avremmo proposto ad eventuali discepoli.
Il primo anno ne trovammo sette, il secondo dodici...e nel 2001 erano 580!
Nel frattempo la "didattica" di insegnamento fu perfezionata, facilitata e resa comprensibile anche al più "timido"...(testone)
Iniziammo nel 1976 e ad oggi hanno frequentato la "Scuola" oltre 3000 persone. Alcune frequentano anche lavori per "fuori corso".
L'intero percorso è formato da sette anni di sperimentazione e verifica, al termine dei quali le persone hanno un bagaglio di tecniche ed una filosofia di vita assolutamente soddisfacente.
Due o tre volte all'anno faccio presentazioni di questa opportunità e sempre chi ha orecchie per intendere si iscrive alla "scuola".
Ora, dopo 35 anni di insegnamento e dopo avere dato l'abilitazione ad almeno sessanta persone per erogare seminari inerenti al Paris Energy Method, Luigi ed io abbiamo deciso di lasciare andare avanti 10 Discepoli che hanno dimostrato le qualità per assumersi un così impegnativo compito; tramandare una Conoscenza che mai si è persa nel tempo.


Tanto per chiarire, la Tradizione Essena a suo tempo inglobava in se stessa anche tecniche ed esercizi provenienti da altre tradizioni, quella Babilonese, per esempio così come quelle Egizia, Caldea, Indù, ed altre.
Ad oggi esistono diverse sedi, oltre quella di Trofarello dove vi è la direzione, una a Roma, una a Barcellona, una a Parigi, una a Zagabria e presto, ve ne sarà una anche a Londra.
Cosa si impara frequentando la "Scuola"?
Per prima cosa i quattro assiomi fondamentali: l'essere umano è un essere LIBERO, CAUSATIVO, RESPONSABILE E CONSAPEVOLE.
E mentre si sperimentano questi assiomi con esercizi e tecniche diverse, si apprende che il mondo in cui viviamo non è che un'illusione, un ologramma direbbero i fisici quantistici. In un mio seminario dal titolo :"Il Rubino: applicazione della fisica quantistica alla coscienza" prendo spunto proprio dal Fisico Bhom e dal Neurofisiologo Pribram, per spiegare come sia possibile intervenire, mediante semplici tecniche, mutare o "creare" qualcosa che ci renda la vita più gradevole.


Dunque non solo la Tradizione Essena è viva e vegeta, ma si è avvalsa in questi ultimi anni, anche delle scoperte di scienziati, che a loro volta hanno dovuto essere molto prudenti prima di svelare le loro scoperte, poiché la vecchia fisica Newtoniana non contemplava certe possibilità. Einstein stesso dapprima fu diffidente relativamente alla Meccanica Quantistica, poi non potè fare a meno di riconoscerne la validità.
Un esempio? La non località. Ossia è possibile essere qui e...qui!
Il corpo, per esempio, potrebbe essere comodamente disteso su una poltrona ma un altro "corpo" potrebbe essere a migliaia di chilometri di distanza e non solo osservare cosa succede, ma intervenire! Sei curioso di saper come si fa?
Iscriviti all'Accademia e lo saprai.
Tutti, proprio tutti hanno sperimentato e verificato questa esperienza. Ma essa è solo una delle decine di sperimentazioni che sono possibili attuare.
Va da sé, ma è meglio specificarlo, che tutta l'attenzione è rivolta allo Spirito.
I "poteri" non sono che la logica conseguenza di una conoscenza e consapevolezza che si conquista durante il percorso.
Un saluto a tutti

Paolo Oddenino Paris

 

Per chi vuole approfondire il programma dei 7 anni di studio:

http://www.crescitapersonale.com/corsi-e-seminari/accademia-crescita-personale.html

Per ulteriori ragguagli sono disponibile a rispondere. 

Silvia Miroux

Vota:
Nuovo Ordine Mondiale e Visione Spirituale del Mon...
Guardando Oltre - Jader

Related Posts

Commenti 1

 
laura bartorelli il Venerdì, 11 Maggio 2012 16:48

Al Risveglio senti che qualcosa è cambiato e percepisci la gioia di vivere all'interno dell'essere più bello che ci sia. Te stesso. :):):)

Al Risveglio senti che qualcosa è cambiato e percepisci la gioia di vivere all'interno dell'essere più bello che ci sia. Te stesso. :):):)

Accedi