Uscire dall’ipnosi collettiva! Gli arresti di massa della cabala oscura che governa il mondo.

pleiadeseclipse

Zeitgeist è un celebre documentario uscito nel 2007 che ha fatto il giro di internet ed ha aiutato moltissime persone a rendersi conto delle menzogne su cui si regge l'oscura organizzazione globale che controlla da sempre il governo del nostro pianeta. Due sono gli ambiti principali che tocca: la religione e l'economia, apparentemente indipendenti fra loro, ma che in realtà rappresentano le due colonne complementari che reggono l'infrastruttura dell'intero edificio del controllo sociale. Ovviamente consiglio a tutti coloro che non lo conoscono di andarselo subito a vedere. Ammesso che si abbia il coraggio di voler conoscere la verità sullo stato delle cose, il che non è del tutto scontato, purtroppo. Molti preferiscono non sapere e tirare avanti ancora nell'atteggiamento vittimista di continuare a ritenersi perseguitati delle decisioni del potere, piuttosto che assumersi la responsabilità di uscire dalla passività inerte a cui siamo stati educati.

Sull'onda del successo ottenuto dal primo documentario, ne sono usciti altri due: Zeitgeist addendum e Zeitgeist Moving Forward, interessanti per chi vuole approfondire, ma già solo il primo sarebbe sufficiente ad avere un'idea più che circostanziata della situazione. Una delle voci poste a commento dell'opera è quella di Jordan Maxwell, una delle menti più sveglie d'America, che per oltre quarant'anni ha studiato quale siano le basi simboliche su cui, dall'antichità fino ad oggi, si è costruita la struttura della piramide della cospirazione globale. Maxwell è stato un antesignano di queste ricerche e se andate su YouTube trovate molti dei suoi interventi sottotitolati in italiano.

In una conferenza pubblica Maxwell racconta una storiella molto significativa. Tra i simboli della cultura celtico-druidica, seguita da molte società segrete del nuovo ordine mondiale, uno dei simboli più importanti è quello della bacchetta magica. Sì, la bacchetta magica del mago, quella di mago Merlino, per intenderci. Allora era tradizione che questa bacchetta magica dovesse essere tratta dal legno di agrifoglio, considerato sacro per le sue foglie lucide e le bacche rosse anche durante l'inverno. Ebbene, come si traduce legno sacro in inglese? Proprio così: holy wood!

Compreso l'arcano? Questa è l'origine del nome Hollywood, la grande magia che contribuisce a tenere in piedi il modello di mondo che ci ritroviamo oggi. Maxwell commenta: "il sistema nel quale viviamo è il sistema più manipolatorio e più orientato allo sfruttamento che sia mai stato elaborato. Gli Steven Spielberg, i George Lucas e tutte le persone che gestiscono il mondo dell'intrattenimento, possono essere definiti con numerosi attributi, ma sicuramente stupidi non è tra questi".

Per cortesia, smettiamo di considerare innocue per le nostre povere menti quelle immagini ripetitive e ossessive basate sulla violenza, il combattimento, il sesso e l'assunzione abituale di alcool e droghe, che ci bombardano quotidianamente attraverso la televisione e il cinema. Esse non sono dannose solo per i bambini e le menti influenzabili, come vogliono farci credere di tanto in tanto i cosiddetti esperti, che rassicurano invece gli adulti di poter continuare tranquillamente ad assorbire immense quantità di immagini manipolatorie, senza alcuna conseguenza per la loro salute psicologica. Tutt'altro.

Ma non si tratta solo di questo. Analizziamo brevemente una delle dinamiche fondamentali con cui vengono costruite le sceneggiature dei film hollywoodiani e che contribuiscono a sostenere la grande sbornia, sotto i cui effetti vive la maggior parte di noi. In queste pellicole generalmente c'è sempre qualcuno che approfitta della situazione di trovarsi dalla parte dell'istituzione legittima, che può essere il governo, lo stato, la polizia o quant'altro, per portare avanti i suoi scopi criminali contro l'interesse di tutti.

In questo modo ci si guadagna subito la fiducia del pubblico, rinforzando la veridicità della storia narrata, perché tutti conosciamo per esperienza che l'istituzione legittima è spesso, se non sempre, incentrata sulla prepotenza e la coercizione delle sue regole. E lo sanno anche loro che gestiscono il sistema. Anzi, quanto più le intenzione del cattivo sono brutali e violente, tanto più la storia assume connotati realistici. Infatti molti di noi negli ultimi anni abbiamo imparato che, se vogliamo sapere veramente come funzionano le cose dietro le quinte, basta guardare questo tipo di fiction, che fiction poi non è.

A questo punto arriva il messaggio veramente manipolatorio. Il protagonista buono, quello che crede fermamente nel valore della giustizia e della legalità, decide di agire e in un crescendo mozzafiato di tensione conflittuale, regolarmente a rischio della sua vita, affronta coraggiosamente il cattivo fino a farlo fuori, riportando finalmente la serenità, in una catarsi liberatoria che rinvigorisce la nostra fiducia in quelle istituzione che erano apparse a rischio.

Non è difficile notare che il meccanismo sia sempre questo, con pochissime varianti. Può essere un film d'avventura, di guerra, di fantascienza o altro, questa è la regola di Hollywood. E quanto più il film è rivolto al grande pubblico tanto più il meccanismo è palese. Dov'è la manipolazione? La manipolazione è nell'indurre a credere che chi salva la situazione sia sempre e soltanto un singolo individuo, l'eroe di turno. Ecco, questo non risponde assolutamente alla realtà, loro lo sanno benissimo, altrimenti che senso avrebbe la monumentale macchina del consenso popolare a cui dedicano tante energie?

Il fatto è che siamo così abituati all'idea che anche la Storia, con la S maiuscola, quella che ci insegnano a scuola, funzioni in questo modo, che siamo indotti a berci tranquillamente la dose quotidiana di richiamo, perpetrataci subdolamente attraverso i mezzi di comunicazione di massa, sia nell'intrattenimento che nei telegiornali. Non a caso ormai i due generi non si distinguono più, tanto che hanno partorito un solo genere di programmi che chiamano con il neologismo, sempre di matrice anglosassone, infotainment, informazione-spettacolo.

La manipolazione fondamentale, dunque, è che siano i singoli individui a costituire il motore della storia. Ci hanno sempre insegnato a ricordarci i nomi dei re, dei dittatori, dei capipopolo, degli eroi e ormai siamo convinti che funzioni proprio così, che ci sono dei personaggi eletti che hanno il privilegio di determinare il destino dei grandi processi storici del passato e del presente. Continuano ad accentrare la nostra attenzione sugli Hitler, i Mussolini, i Milosevic, i Saddam, i Gheddafi, quando ormai dovremmo aver capito, se non altro per averlo vissuto da vicino, che senza le masse acclamanti le gesta grottesche del duce, il fascismo non ci sarebbe stato. Eppure il trucco viene ripetuto ossessivamente.

Le ricostruzioni della storia scritta dai vincitori, come le sceneggiature di Hollywood o quelle della cronaca politica sulla scena pubblica, sono mosse dallo stesso identico sistema di potere. Addirittura i capitali provengono dalle stesse fonti. E oggi ormai giocano allo scoperto, visto che la questione è risaputa, eppure ogni volta siamo indotti a cascarci, dando credito alla notizia che, morto Bin Laden, il terrorismo islamico sia sconfitto.

Non sto ragionando in termini opinabili. Si tratta di un meccanismo che una scienza come l'antropologa culturale ha studiato bene, smascherando in maniera evidente che laddove si enfatizza la figura di un eroe, negativo o positivo che sia, là siamo in presenza dell'intervento del potere che si autoconferma, rinsaldando il suo controllo sul gruppo. Insomma è un meccanismo assodato, di efficacia scientifica, basato sulla suggestione che la massa, finché si comporta da gregge, subisce nei confronti di chi la dirige.

Fatta questa doverosa introduzione, affrontiamo la fantomatica questione degli arresti di massa della cricca criminale del potere mondiale, di cui personalmente ho già parlato in questo e in un altro blog. C'è stato qualcuno che giustamente ha commentato la notizia associandola alla trama fantasiosa di un film di fantapolitica. Certo, se pensiamo che ad un certo punto, quando ormai non ce la facciamo più a resistere, arrivi in soccorso il settimo cavalleggeri a salvarci, saremmo di nuovo all'interno di quel meccanismo manipolatorio delle sceneggiature hollywoodiane. Se fosse davvero così allora non darei alcun credito alla notizia, o per lo meno non affiderei le mie aspettative libertarie ad una storia come questa, già vista mille volte.

Noi italiani ne abbiamo una memoria recente con la vicenda di mani pulite. Gli eroici magistrati che hanno messo in galera i politici corrotti cos'hanno portato se non ad una seconda repubblica peggiore della prima, tanto che ci ritroviamo addirittura a rimpiangere la monolitica balena bianca democratica cristiana, il cui strapotere, ci avrà pure bloccato per quarant'anni ma per lo meno, aveva un tutt'altro senso etico dello stato di diritto. No, abbiamo già detto che non è così che le cose funzionano nella realtà, se realtà deve essere.

Di fatto, nessuno dei portavoce che rendono conto di questa immensa operazione globale di pulizia, sono a conoscenza della data esatta di quando scatteranno gli arresti di massa; men che meno i portavoce che hanno accesso alle fonti più attendibili. Ciò è implicato da due ordini di motivi: il primo è perché non si tratta di un'operazione organizzata gerarchicamente secondo uno schema ordinato di competenze, dal quale si può risalire esattamente a chi decide il come e il quando dell'azione. Drake stesso ha dichiarato chiaramente che, pur lavorando con una tempistica di massima, non esiste un leader generale dell'operazione. Drake è l'insider del Pentagono e referente pubblico di quella parte dell'esercito americano che si è dissociato dai vertici appartenenti alla cabala e che darebbe il supporto necessario per gli arresti agli organi di polizia locali.

In pratica, siamo in presenza di un aggregato di iniziative di diversa origine e natura che, in maniera straordinariamente sincronicistica e coerente, si sta coaugulando intorno a questa azione decisiva. Ecco perché David Wilcock, tra i primi a riportare le voci di quel che si stava preparando, ha voluto citare i commenti perplessi di alcuni alti dirigenti politici statunitensi che hanno dichiarato di non capire come tutto questo stia funzionando e hanno ammesso che fenomeni del genere possono accadere solo quando intervengono forze extraterrestri o angeliche. Un modo diplomatico per dire che il padreterno ci sta mettendo le mani? Sì, Wilcock parla chiaramente nel suo blog di intervento divino.

Il secondo ordine di motivi che rende impossibile definire esattamente quando avranno inizio gli arresti di massa è direttamente legato ad un altro aspetto di rilievo che connota l'intera vicenda: il livello di energia luminosa complessiva raggiunto dalla Terra. In sintesi, tale energia è determinata dalla combinazione di due fattori: il primo è la quantità/qualità di energia cosmica in arrivo dal centro della galassia; il secondo, a cui il primo contribuisce non poco, è il livello di coscienza collettiva raggiunto dagli abitanti del pianeta, cioè da tutti noi. E così ci leghiamo al discorso con cui abbiamo iniziato questo articolo.

Non è, insomma, il capriccio o l'analisi di qualcuno in particolare che può decidere degli eventi, perché questi sono strettamente connessi alla totalità derivante dalle componenti sociale e cosmica, in cui siamo tutti inseriti. E' il caso di rammentare che stiamo parlando di un evento di portata epocale, che dovrebbe sbloccare l'evoluzione della crescita umana, rimasta imprigionata per millenni all'interno di una cortina fumogena, legata, sì, ad alcune responsabilità individuali, ma che non ha in queste la sua causa originaria. Per questo ognuno di noi, presi singolarmente ma interconnessi e interagenti con l'organismo del corpo sociale, fa parte integrante del gioco e può in qualche misura deciderne le sorti.

So che, prendendo questa piega, affronto aspetti del discorso con cui pochi hanno confidenza. Nessuno ci hai mai parlato delle energie sottili che fanno parte del sostrato essenziale dal quale la realtà sensibile si manifesta. La scienza e la religione avrebbero dovuto aiutarci in questo, ma se ne sono guardate bene, essendo esse stesse espressione diretta della cabala che ci ha sempre tenuto all'oscuro di come funzioni veramente l'universo. Abbiamo una vaga traccia delle dinamiche in gioco delle forze cosmiche attraverso lo studio delle influenze astrologiche, ma voi credete che sia un caso che l'astrologia, quella seria, sia stata tacciata come pseudo-scienza dall'accademia scientifica e che il Vaticano abbia addirittura visto in essa un pericolo diabolico per le nostre povere anime?

Importanti civiltà del passato erano in grado di calcolare la precessione degli equinozi con una definizione infinitesimale, e si tratta di un ciclo cosmico di circa 26.000 anni, eppure avevano intere schiere di astrologi con cui affrontavano ogni aspetto della vita sociale e politica. Oggi si concede all'astrologia lo stesso credito che si dà ai cartomanti di strada. Jordan Maxwell afferma che bisogna ritornare a considerare pubblicamente cosa significano i simboli per comprendere veramente quel che sta accadendo in questo momento, perché il mondo intero opera sulla base di simboli, segni, termini particolari, emblemi nazionali, araldica, bandiere, di cui la gente sa pochissimo, nonostante si presentino di fronte quotidianamente nella sua vita. La gente è talmente ignorante su questo, e tale deve rimanere per il potere, che non ha la minima idea a proposito di ciò che i simboli rappresentano e quali forze effettivamente muovono.

Non sappiamo niente neanche riguardo l'altra sorgente di energia che determina la condizione generale del pianeta, cioè la nostra stessa coscienza. Che questa sia una forma sottile estremamente potente di energia nessuno è mai venuto a dircelo di proposito, forse alcuni l'hanno sentito dire frequentando qualche corso di yoga o di arti marziali, ma di certo il credito pubblico su questa potenzialità è ancora più sottovalutato della stessa astrologia. Anche questo non è un caso; il sistema fa di tutto per allontanarci dall'osservazione cosciente di noi stessi; ci costringe ad essere occupati tutto il tempo per correre dietro agli impegni quotidiani e ci riempie la testa con i programmi spazzatura della televisione.

In verità, la nostra attenzione è pura energia concentrata. Sarebbe una splendida arma che avremmo tra le mani e potremmo usarla sia per difenderci che per ottenere ciò che desideriamo. Invece ci viene scippata in ogni momento in cui il sistema ci convince a distogliere l'attenzione da noi stessi per spingerci a rivolgerla all'esterno. Per farlo usa generalmente la strategia della paura. Siamo costantemente indotti ad aver paura di ammalarci, di perdere il lavoro, di cadere vittime della delinquenza, del giudizio degli altri... l'elenco è infinito ma risponde sempre e comunque all'esigenza che ha il potere di deviare il flusso della nostra attenzione, cioè della nostra energia, per consolidare se stesso e mantenerci docili sotto il suo controllo.

Questo non è un pistolotto moralista contro il potere. Sto solo cercando di spiegare quali siano i veri fattori in gioco perché un'operazione come quella degli arresti di massa non sia solo un sogno o un'altra delle tante manovre demagogiche, ma possa divenire una solida realtà. Una ventina di anni fa apparve in Italia e in molti altri paesi un insolito partito politico che si chiamava Partito della legge naturale.

Era legato agli insegnamenti di Maharishi Mahesh Yogi, il maestro indiano dei Beatles. Una delle sue proposte era quella di introdurre la meditazione quotidiana per gli studenti di tutte le scuole e sosteneva che si potessero risolvere molti dei problemi che attanagliano la società, attraverso l'attenzione concentrata esercitata da gruppi attivi di persone che in maniera sistematica potessero dedicarsi alla meditazione. Avevano addirittura commissionato alcuni studi scientifici che confermavano le potenzialità del metodo, in ordine alla riduzione dei tassi di criminalità, disoccupazione, malattie e incidenti e al conseguente miglioramento degli indicatori economici e della qualità della vita. Fu una breve e pittoresca parentesi nel piatto grigiore del panorama politico, probabilmente l'ultimo riflusso rivoluzionario delle fantasie sessantottine, ma la pratica è esattamente quella a cui mi sto riferendo ed ha una sua solidità concreta perché si tratta proprio di una legge naturale, la legge del potere della coscienza.

Allora, quando questo partito si formò, i tempi non erano ancora maturi, il livello di coscienza globale non era ancora sufficiente, per realizzare che stiamo parlando di qualcosa non così campato in aria. Da allora sono passati solo vent'anni, ma la situazione è cambiata nettamente. La vibrazione frequenziale del pianeta è aumentata, la consapevolezza generale della popolazione ha fatto passi da gigante, anche grazie all'emergenza ambientale, sociale, politica ed economica indotta dalla globalizzazione del pianeta eseguita a tappe forzate.

E' questo il motivo per cui solo ora si può parlare di un possibile arresto di massa di coloro che hanno da sempre condotto il gioco, anche se non è ancora possibile definire quando sarà raggiunta la massa critica necessaria affinché le cose procedano come devono esattamente procedere. A me sembra che sia una questione di poco, intendo settimane o mesi, non di più. Condivido anche l'osservazione che siamo in presenza di una intelligenza superiore che sta supervisionando gli eventi; e lo fa con una prospettiva talmente ampia, che coinvolge tutti i piani di realtà in gioco e che la rendono all'occhio umano del tutto insondabile. Qualcuno a questo punto potrebbe chiedere al sottoscritto: ma come fai ad essere così sicuro che siamo davanti ad un effettiva e concreta eventualità?

Ebbene, sto seguendo questa storia da molti anni; sono stato coinvolto personalmente e intensamente al suo svolgersi. Non sul piano pratico. Intendo sul piano interiore, una sfera privata che sarebbe alla portata del 99,99% della gente se solo lo desiderasse. Comunque la maggioranza di noi sente, intuisce, avverte che siamo ad un punto di svolta o, se preferite, siamo alla frutta. Ora ciò che le gente deve capire è che il compito di ognuno è quello di innalzare le vibrazioni dell'energia personale per contribuire all'aumento della griglia energetica del pianeta. Come si fa? Questo è un altro discorso, ognuno può trovare, se cerca, il proprio modo. La prima cosa, comunque, l'abbiamo accennata, è non farsi condizionare dalla paura.

Non dare credito a chi parla di crisi in senso negativo o catastrofista o a chi propone soluzione vecchie e stantie che non fanno parte della soluzione ma del problema. Insomma cambiare rotta della propria vita in maniera radicale e affrontare i propri problemi personali, quelli che abbiamo sempre messo sotto il tappeto e che ci hanno mantenuto nelle basse vibrazioni dell'ansia, dell'attaccamento, della rabbia, gelosia, invidia, arrivismo e via dicendo.

In un precedente articolo parlavo delle forze in campo presenti in questa grande operazione degli arresti in cui sono coinvolti circa 140 paesi in tutto il mondo, a cominciare dal G5, Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania, Francia, Italia.

Cobra, il portavoce del gruppo che si fa chiamare Movimento di Resistenza, un network internazionale di intelligence, impegnato da decenni contro il gruppo degli Illuminati, nel suo blog ha parlato di una finestra temporale di opportunità, il lasso di tempo più probabile per l'evento degli arresti, che va dal 5 maggio, con un punto di svolta nell'eclissi solare del 20 maggio e un punto di uscita nel transito di Venere il 5 giugno.

Durante questo periodo dal centro della Galassia ci sarà l'invio di costanti lampi di luce direttamente verso la Terra. Come dicevamo non c'è alcuna garanzia che qualcosa possa accadere, sta di fatto che l'analisi della complessità dell'onda mostra che questo lasso di tempo è il periodo più complesso nella storia conosciuta, che significa che è il più imprevedibile tempo con il più alto livello di potenziale mai visto. Tutti i principali attori sono coinvolti e la posta in gioco è alta.

In coincidenza delle date citate Cobra ha proposto una meditazione di massa concentrata in ore precise contemporaneamente in tutto il mondo per visualizzare insieme l'Evento. Quella del 5 maggio è avvenuta con un buon numero di adesioni, si parla di oltre centomila persone, un numero vicino alla massa critica. La prossima è prevista nella notte tra il 20 e 21 maggio, esattamente alle 03.30, ora italiana. Per chi fosse interessato, esiste una traduzione italiana dell'invito di Cobra.

Fonte: http://pickline.it/uscire-dallipnosi-collettiva/

Vota:
Non più divisioni per non essere più dominati. Com...
Ezra Pound e lo strumento del potere: il denaro.

Related Posts

Commenti 3

 
Naturopatia-ime GiuseppeImbriani il Martedì, 29 Maggio 2012 17:56

Risvegliati UOMO, il "sacrificio" che Ti si chiede, NON è una croce inflitta come il dogma ecclesiastico o il potere politico da sempre Ti ha suggerito, bensì un "Sacri-ficium", un "Rito Sacro" e un "SACRO-FARE" costante e quotidiano.
Lo strumento sociale, culturale e spirituale per smascherare e contrastare i perpetuati soprusi, era e rimane la Tua Virtù. LEALTA', VERITA', RISPETTO, RESPONSABILITA', e quant'altro di virtuoso possa esprimere il Tuo Cuore, crea il terreno idoneo per accogliere il buon seme.
Sappi UOMO: "Dea CONSAPEVOLEZZA, è fluido soave che avvolge e coinvolge, o Tsunami che travolge".

Auspico che i tempi siano maturi alche l'Umanità accolga la "DEA"come Madre liberatrice.

Risvegliati UOMO, il "sacrificio" che Ti si chiede, NON è una croce inflitta come il dogma ecclesiastico o il potere politico da sempre Ti ha suggerito, bensì un "Sacri-ficium", un "Rito Sacro" e un "SACRO-FARE" costante e quotidiano. Lo strumento sociale, culturale e spirituale per smascherare e contrastare i perpetuati soprusi, era e rimane la Tua Virtù. LEALTA', VERITA', RISPETTO, RESPONSABILITA', e quant'altro di virtuoso possa esprimere il Tuo Cuore, crea il terreno idoneo per accogliere il buon seme. Sappi UOMO: "Dea CONSAPEVOLEZZA, è fluido soave che avvolge e coinvolge, o Tsunami che travolge". Auspico che i tempi siano maturi alche l'Umanità accolga la "DEA"come Madre liberatrice.
laura bartorelli il Martedì, 29 Maggio 2012 18:40

Il punto è che se l'"uomo" non si Risveglia non può "fare" nulla!

Il punto è che se l'"uomo" non si Risveglia non può "fare" nulla!
Ospite - Sasi il Sabato, 06 Settembre 2014 14:56

zeitgest e il transumanesimo sono l'ennesima beffa demonica, che mischiando verità e fantasia, spinge verso il fondo dell'annientamento umano.
a salvare la realtà sono sempre gli individui. il singolo è fondamentale. il resto è noia.

zeitgest e il transumanesimo sono l'ennesima beffa demonica, che mischiando verità e fantasia, spinge verso il fondo dell'annientamento umano. a salvare la realtà sono sempre gli individui. il singolo è fondamentale. il resto è noia.

Accedi