“Per Un Mondo Migliore” presentazione

di Paolo Barnard

"Per Un Mondo Migliore", il lungo documento che segue, fu la mia risposta/appello ai Movimenti all'indomani del primo Forum Sociale Mondiale di Porto Alegre nel 2001. Fu poi aggiornato nel 2004 dopo la seconda vittoria presidenziale di G. W. Bush negli USA.

Esso contiene l'elaborazione più completa della mia critica ai Movimenti fino a quell'epoca (integrata in seguito da Considerazioni sul V-day e L'Informazione è Noi), Movimenti che ritenevo (e ritengo) inconcludenti, contraddittori, e persino ipocriti, ma soprattutto auto-consegnatisi all'irrilevanza storica, fatto tragico per le speranze di un Mondo Migliore, e ancor più tragico per i destini di milioni di poveri che dal grande movimento di Porto Alegre si attendevano un aiuto reale. La mia critica in "Per Un Mondo Migliore" propone però anche indicazioni precise e dettagliate sulle alternative percorribili, cioè proposte concrete per un riscatto decisivo contro i Poteri Forti.

"Per Un Mondo Migliore" fu pubblicato ovunque, anche in inglese all'estero, fu mille volte acclamato come "l'interessante provocazione di Paolo Barnard" da parte di ogni sorta di gruppo militante, ma poi nulla oltre quel chiasso.

Sotto, ho messo altri miei lavori sugli stessi temi, che descrivono ulteriori tentativi di scuotere i Movimenti, finiti in nulla. Mi prendo la responsabilità di affermare che le mie intuizioni alla base delle proposte per ottenere un reale cambiamento verso un Mondo Migliore sono centrali. Altre vie non ne vedo, né alcuno ha saputo proporle.

A voi la lettura e un'opinione.

-Per un Mondo migliore
-Uno spreco di speranza
-Mi appellai a Zanotelli
-Un grido ai pacifisti italiani
-Ma se non comunichiamo cosa mai faremo?
-Il live8 dell'ipocrisia
-Due approfondimenti da Golem
-La lattina ed il Pollaio
-Uno sfogo un addio
-Una citazione

vai alla fonte: http://www.paolobarnard.info/mondo.php

images 2

 

 

Vota:
Ri-Evoluzione
Noi (non) siamo il mondo

Related Posts

Commenti

 
Ancora nessun commento

Accedi