Quanti, Frattali, Stringhe ed Alchimia

 

"È vero senza errore e menzogna, é certo e verissimo.Ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e ciò che è in alto è come ciò che è in basso,

per compiere i miracoli della Cosa-Una.

Come tutte le cose sono sempre state e venute dall'Uno, per mediazione dell'Uno, così tutte le cose nacquero da questa Cosa Unica per adattamento.

Il Sole ne è il padre, la Luna ne è la madre, il Vento l'ha portata nel suo ventre, la Terra è la sua nutrice.

Il padre di tutto, il Telesma di tutto il mondo è qui.

La sua potenza è illimitata se viene convertita in terra.

Separerai la Terra dal Fuoco, il Sottile dal Denso, delicatamente, con grande cura.

Ascende dalla terra al cielo e ridiscende in terra raccogliendo le forze delle cose superiori ed inferiori.

Tu avrai così la gloria di tutto il mondo e fuggirà da te ogni oscurità.

Qui consiste la Forza forte di ogni Forza, perché vincerà tutto quel che è sottile e penetrerà tutto quello che è solido.

Così fu creato il mondo. Da ciò deriveranno innumerevoli adattamenti mirabili il cui segreto sta tutto qui.

Pertanto io fui chiamato Ermete Trismegisto, possessore delle tre parti della Filosofia di tutto il mondo.

Ciò che dissi sull'opera del Sole è perfetto e completo".

Ermete Trismegisto

                                                                              .-.-.-.-.-.-.-.-.

E' proprio vero che se la scienza moderna facesse tesoro dei precetti antichi, l'umanità potrebbe progredire a piè spedito verso una auspicabile era di benessere.

Ma le conoscenze arcane, da un lato per ignoranza e dall'altro per mantenere il monopolio di potere di pochi "eletti", sono state tenute segrete, portando la cultura comune ai paradossi dell'odierna società.

Le conoscenze Teosofiche ed Ermetiche, le verità Religiose di molteplici Culture inclusa quella Cristiana, l'Alchimia, la Sezione Aurea, la Sequenza di Fibonacci, la fisica dei Quanti, i Frattali, la teoria delle Stringhe, e tanto ancora, sempre nella storia, hanno trovato resistenza, prima dalla colposa immaturità del genere umano, poi dal ben pianificato oscurantismo esercitato da caste e lobbie, intente a fermarne a tutti i costi l'erudizione di massa.

Costatano i poco virtuosi che il progredire di Dea CONSAPEVOLEZZA è invece, per sua natura, inarrestabile ed inesorabile. Ogni resistenza, è "attrito" che muta gradualmente tale forza, da benefica e sollecitante a dolorosa e imperatrice.

MANDELBROT BENOIT, matematico di fama vissuto dal 1924 al 2010, fondatore della matematica frattale, insignito dal Premio Wolf per la fisica nonché da laurea honoris causa da numerose università del mondo per aver trasformato la nostra visione della Natura, nel 2007 in Italia guadagna da parte dell'Università degli Studi di Bari il conferimento con onori della laurea in Medicina e Chirurgia, così motivato: "La visione altamente unificante del fenomeno della vita che ci offre il professor Mandelbrot, si riflette in campo medico con un approccio unitario, prima sconosciuto, alla malattia e alla persona malata". .

Nella lectio magistralis intitolata "Fractals in Anatomy and Physiology", il prof. Mandelbrot, fra l'altro, affermava: « Il concetto di base che unisce lo studio dei frattali alle discipline come la biologia e quindi anatomia e fisiologia parte dalla convinzione di un necessario superamento della geometria euclidea nella descrizione della realtà naturale.

Volendo essere molto sintetici, i frattali servono a trovare una nuova rappresentazione che parta dall'idea di base che il piccolo in natura non è nient'altro che una copia del grande. La mia convinzione è che i frattali saranno presto impiegati nella comprensione dei processi neurali, la mente umana sarà la loro nuova frontiera. »

MANDELBROT scopre la conformazione frattale dell'Universo. In cosa consiste?!

Poniamo il caso si volesse misurare il perimetro della nostra bella penisola italiana; ci si accorgerebbe di poterlo fare solo in maniera approssimata, dovendo considerare linee rette anche le parti di perimetro che in realtà presentano invece piccole anse e spigoli.

Per una perfetta misurazione occorrerebbe misurare ogni più frastagliata difformità.

Ad una più attenta analisi si dovrà constatare che, pur considerando un solo metro, un centimetro, un millimetro, un micron, le frastagliature continuano, fino all'osservazione con il microscopio; magari molto simili alle frastagliature che si potrebbero osservare in volo da un aereo.

L'osservazione macroscopica, dai paesi ai continenti e all'intero pianeta terra, dal sistema solare alle galassie, rivela uguale principio.

La struttura frattale, nome coniato da MANDELBROT dal latino fractus (spezzato), si ritiene continui all'infinito; essa, come dimostrato scientificamente, si inoltra sicuramente fin dove può arrivare l'osservazione, nel piccolo e nel grande; e con una conformazione analoga nelle varie unità dimensionali osservate.

La fisica quantistica chiama la struttura frattale "geometria della Natura" in quanto, dal micro delle particelle al macro delle galassie, ne esprime le linee di forma e di perimetro.

E anche nella teoria delle Stringe, segmenti e anelli vibranti alla base dell'Universo che avventurano gli scienziati odierni alla ricerca di un'unica ENERGIA, la geometria frattale trova ingente applicazione.

Ma la realtà frattale non riguarda solo le linee perimetriche naturali, bensì essa riguarda ogni manifestazione e ogni cosa creata, ogni suono e ogni immagine, ogni spazio e ogni intervallo temporale; per cui quello che può sembrare una divertente scopertucola, è invece una delle scoperte che possono evolvere l'umanità ad una consapevolezza sublime.

Provate ad immaginare già quanto sia stato efficace per gli intenti economici della società americana IBM, per la quale ha lavorato MANDELBROT, contare sul calcolo frattale delle variabili dei grafici di borsa.

In barba alla consapevolezza di massa; sapere è potere, ignoranza è sottomissione.

Oltretutto, essere consapevoli dell'Unità del Creato, dovrebbe aprire la via a scoperte straordinarie su tutte le leggi, le forze, i meccanismi e gli elementi che lo compongono; dovrebbe soprattutto portare l'Umanità alla considerazione dell' altrui come parte propria, come parte di se stessi in quanto l'Uomo, quand'anche si senta unico e superiore, "nuota" nell'universo della sua esistenza individuale a guisa del movimento sincrono di un branco di sardine.

Finalmente i tempi sembrano maturi alche la scienza sveli se stessa.

"Da Una-Cosa sola, per la Cosa-Una.

Come sopra, così sotto; come dentro, così fuori; come in micro, così in macro";

...fin dalle Ere e Culture più antiche, profonde verità.

 

giuseppeImbriani

Vota:
Don Juan
Siamo tutti dei grandi diamanti...

Related Posts

Commenti 9

 
laura bartorelli il Giovedì, 26 Aprile 2012 17:17

Bellissimo!

Bellissimo!
Naturopatia-ime GiuseppeImbriani il Venerdì, 27 Aprile 2012 15:27

GRAZIE per l'apprezzamento.

GRAZIE per l'apprezzamento.
laura bartorelli il Venerdì, 27 Aprile 2012 17:03

"La teoria dei frattali è giovane e nello stesso tempo già centenaria" afferma Mandelbrot :)

"La teoria dei frattali è giovane e nello stesso tempo già centenaria" afferma Mandelbrot :)
temponi roberto il Sabato, 28 Aprile 2012 12:11

Molto interessante l' illustrazione in sunto della ricerca dell' unità di base comune all' universo ancor'ora, a quanto ne sò è una chimera , mi auguro che divenga realtà sicuramente futuribile . Qui vengono trattati come unità di riferimento i quanti . Per le attuali conoscenze questa è la frontiera della fisica ( quantistica ) ,oltre esistono ipotesi matematicamente dimostrabili , ma haimè non sperimentabili in modo stabile , forse in un futuro non molto distante la tecnologia metrica coadiuverà la ricerca in perfetta simbiosi . Attualmente i limiti imposti alla conoscenza umana sono ancora molti in ogni singola branca della fisica , dalla cinetica all' elettromagnetica,non trascurando in minor misura la meccanica . La fisica quantica , ai limiti della metafisica per alcuni aspetti filosofici è attualmente il lapice della scienza sperimentale che a fatto breccia in limiti posti ala conoscenza umana . Come mia conclusione aggiungerei ,che l' infinitesimalmente microsintesi quantistica e fotonica negli effetti ,considerandone un aspetto di conservazione dell'energia nella banda dell'onda di trasmissione , ho considerato il pensiero umano appartenente ad una banda d'onda molto più elevata consistente di energia sottilissima elevata alla ennesima .Entrando con un piede in metafisica , oserei definire la natura spirituale dell' uomo , quell'entità spirituale con una frequenza d'onda prossima a zero se non zero come punto di contatto fra frequenze micro e macroscopiche definendo questa entità col nome di "statico ".

Molto interessante l' illustrazione in sunto della ricerca dell' unità di base comune all' universo ancor'ora, a quanto ne sò è una chimera , mi auguro che divenga realtà sicuramente futuribile . Qui vengono trattati come unità di riferimento i quanti . Per le attuali conoscenze questa è la frontiera della fisica ( quantistica ) ,oltre esistono ipotesi matematicamente dimostrabili , ma haimè non sperimentabili in modo stabile , forse in un futuro non molto distante la tecnologia metrica coadiuverà la ricerca in perfetta simbiosi . Attualmente i limiti imposti alla conoscenza umana sono ancora molti in ogni singola branca della fisica , dalla cinetica all' elettromagnetica,non trascurando in minor misura la meccanica . La fisica quantica , ai limiti della metafisica per alcuni aspetti filosofici è attualmente il lapice della scienza sperimentale che a fatto breccia in limiti posti ala conoscenza umana . Come mia conclusione aggiungerei ,che l' infinitesimalmente microsintesi quantistica e fotonica negli effetti ,considerandone un aspetto di conservazione dell'energia nella banda dell'onda di trasmissione , ho considerato il pensiero umano appartenente ad una banda d'onda molto più elevata consistente di energia sottilissima elevata alla ennesima .Entrando con un piede in metafisica , oserei definire la natura spirituale dell' uomo , quell'entità spirituale con una frequenza d'onda prossima a zero se non zero come punto di contatto fra frequenze micro e macroscopiche definendo questa entità col nome di "statico ".
Naturopatia-ime GiuseppeImbriani il Sabato, 28 Aprile 2012 12:38

GRAZIE.
L'Unione in quanto Assoluta E', non vuole essere scoperta o tantomeno oggettivamente dimostrata dalla meccanica, bensì soggettivamente sollecitata e vissuta prima nel proprio intimo e poi nella propria quotidianità.

Seppur l'Umanità sembra ancora esserne lontana, da sempre SAVI, SAGGI e SANTI ne hanno percepito l'ESSENZA; e non di "stasi", bensì di estatico "Equilibrio Oscillante".

GRAZIE. L'Unione in quanto Assoluta E', non vuole essere scoperta o tantomeno oggettivamente dimostrata dalla meccanica, bensì soggettivamente sollecitata e vissuta prima nel proprio intimo e poi nella propria quotidianità. Seppur l'Umanità sembra ancora esserne lontana, da sempre SAVI, SAGGI e SANTI ne hanno percepito l'ESSENZA; e non di "stasi", bensì di estatico "Equilibrio Oscillante".
temponi roberto il Sabato, 28 Aprile 2012 20:06

Cortese Ermete ,
come ben saprai nelle scienze il limite è solo un confine in continua mobilità fra ricerca e scoperta . Quindi ci vuole prudenza ad affermare con certezze delle tesi che valide oggi ,domani smentite dai progressi ed evoluzioni nella totalità delle applicazioni scientifiche .
Tutto questo , per manifestare alcune divergenze nell' ultimo periodo del Tuo commento .
Che sia statico o estatico riferito all' entità spirituale dell'Uomo in teoria visto che come scrivi " solo percepita " , implicitamente significa non isolata nè dimostrata . In questo ho prove tangibili dell' avvenuto isolamento e studio di questa entità spirituale come unità a se stante . Il risultato di studio e ricerca porta a ritenere ciò uno statico per la deduzione che non è effetto di questo universo perché privo di frequenza d'onda se non tramite la connessione come suo servo-meccanismo alla mente umana , perché non connesso a : spazio , tempo, energia e Materia ( cioè , energia condensata ) sotto forma di conservazione di energia ) ; dalla fisica cinetica e meccanica .Ma anche questa " frontiera scientifica " , con le teorie di ultima generazione , stringhe, frattali, quantistica ne mettono in discussione alcune certezze.Specialmente se messo in relazione alla teoria del vuoto quantistico . Quindi , per concludere , scientificamente provato l' esistenza dell' essere spirituale scisso dal corpo e dalla mente , ritenuto dalla sua osservazione uno statico . Ma a mio parere con meno certezze del passato , solo la strumentazione metrica qualora riuscisse a misurarne una seppur flebile qualità di frequenza d' onda nello Statico . Spero di essermi espresso chiaramente perchè l' ambito trattato è ai margini della metafisica e solo l'interazione della filosofia con la fisica .

Cortese Ermete , come ben saprai nelle scienze il limite è solo un confine in continua mobilità fra ricerca e scoperta . Quindi ci vuole prudenza ad affermare con certezze delle tesi che valide oggi ,domani smentite dai progressi ed evoluzioni nella totalità delle applicazioni scientifiche . Tutto questo , per manifestare alcune divergenze nell' ultimo periodo del Tuo commento . Che sia statico o estatico riferito all' entità spirituale dell'Uomo in teoria visto che come scrivi " solo percepita " , implicitamente significa non isolata nè dimostrata . In questo ho prove tangibili dell' avvenuto isolamento e studio di questa entità spirituale come unità a se stante . Il risultato di studio e ricerca porta a ritenere ciò uno [u]statico [/u]per la deduzione che non è effetto di questo universo perché privo di frequenza d'onda se non tramite la connessione come suo servo-meccanismo alla mente umana , perché non connesso a : spazio , tempo, energia e Materia ( cioè , energia condensata ) sotto forma di conservazione di energia ) ; dalla fisica cinetica e meccanica .Ma anche questa " frontiera scientifica " , con le teorie di ultima generazione , stringhe, frattali, quantistica ne mettono in discussione alcune certezze.Specialmente se messo in relazione alla teoria del vuoto quantistico . Quindi , per concludere , scientificamente provato l' esistenza dell' essere spirituale scisso dal corpo e dalla mente , ritenuto dalla sua osservazione uno statico . Ma a mio parere con meno certezze del passato , solo la strumentazione metrica qualora riuscisse a misurarne una seppur flebile qualità di frequenza d' onda nello Statico . Spero di essermi espresso chiaramente perchè l' ambito trattato è ai margini della metafisica e solo l'interazione della filosofia con la fisica .
temponi roberto il Sabato, 28 Aprile 2012 20:11

Il precedente commento , l' ho postato ad Ermete , ma intendevo @Giuseppeimbriani .

Il precedente commento , l' ho postato ad Ermete , ma intendevo @Giuseppeimbriani .
laura bartorelli il Sabato, 28 Aprile 2012 21:27

wow :p

wow :p
Ro Buonafina il Giovedì, 31 Maggio 2012 09:50

.............:D

.............:D

Accedi