Credo che tutti si conoscano i “sacrifici” che Caino ed Abele compivano per ingraziarsi Dio.
Così avveniva, pare, a quel tempo.
Poi i sacrifici sono divenuti più cruenti, nella civiltà Maja venivano “sacrificate” persone, sempre per “ingraziarsi” gli Dei.
Oggi questa usanza è divenuta solo più un simbolo, usato da più popolazioni nei diversi continenti.
Se però portiamo attenzione a quanto viene detto da certe persone, pare che il sacrificio sia una cosa che pesa loro.

Ci si “sacrifica” per la famiglia, per il lavoro, per…ciò che vi pare, ma chi parla lo fa quasi sempre per ottenere ammirazione.
Trovo deludente che, se ci si “sacrifica” per la famiglia, si cerchi poi ammirazione.
Mentre sul lavoro,quel che viene definito “sacrificio”, in realtà è solo un po’ di “straordinario”, che la persona compie, oltre al suo normale orario di lavoro, per il quale per altro è retribuito.
In altro articolo ho definito il sacrificio come una scelta che la persona compie consapevolmente e coscientemente; per esempio starsene a casa la sera anziché andare al bar a giocare a carte, in cosa consiste in questo caso il “sacrificio”? Semplicemente nell’avere dato più peso ed importanza alla famiglia che non allo scopone scientifico!
In sostanza ha reso Sacra quella scelta. Non sente di aver rinunciato a qualcosa di meglio dello stare in famiglia.

Sostanzialmente, compiere atti determinati da una scelta tra una cosa e l’altra, rende Sacra quella scelta, ma non nel senso “Divino”, come si potrebbe pensare, ma molto più semplicemente nel vivere volontariamente la scelta compiuta.
Oggi si tende a “dissacrare” per evitare di dare una importanza esagerata a certe cose, si “dissacrano”, per convenienza e non certo perché “prima” lo fossero; era solo una nostra interpretazione.
Che io ricordi, non ho mai letto che una divinità pretendesse dai suoi “fedeli” sacrifici. 
Credo siano i sacerdoti delle varie culture ad avere inventato una follia simile.
Noi ci dissociamo da qualunque atto “sacrificale”, sia esso il bruciare del grano o peggio di sgozzare un agnello. 

Le uccisioni che avvengono in guerre, a causa di pretese richieste da Dei di “religioni” diverse, sono, come ho già detto in altri articoli, veri e propri omicidi.
L’atto Sacro di un evento è determinato dal Cuore e mai dalla “spada”.
Vi sono diversi tipi di “spade”, per esempio la “penna”.
Faccio un esempio: un giorno, io e Luigi, che in quell’occasione si presentò come “Bardato Bardati,dicemmo ad una certa giornalista ciò che pensavamo di lei; il risultato fu che la gentile signora non ci menzionò più nelle successive edizioni del suo libro. 

“Colpisce di più la penna che la spada”, riteniamo abbia pensato. 
Diversamente ne siamo rimasti felici, perché in quel libro eravamo accomunati a persone di dubbia capacità e di certo ad una “veggente” che la giornalista si era del tutto inventata, ma si sa…per vendere c’è chi è disposto a tutto.
Ed ecco che, quanto avrebbe voluto essere un momento “sacrificale”, per Luigi e me, si è trasformato in gioia esultante.
Ogni scelta è Sacra, qualunque essa sia, a parte la guerra, che anche se le armi vengono “benedette” sono strumenti di morte e non di pacificazione.
Le scelte Sacre sono quindi quelle che decidiamo di compiere, anche inconsapevolmente, ma con Amore, dando la preferenza ad una cosa anziché all’altra.
Ora che avete letto questo articolo, provate a ricordare alcune scelte che “prima” ritenevate essere un sacrificio. Forse ora, alla luce di quanto letto, il Vostro Spirito ne rimarrà pienamente soddisfatto, alla faccia dell’ego, che invece non lo sarà per niente. 

D’ora in poi, e questo è solo un invito, quando vi trovate a compiere una scelta o a decidere qualcosa, riflettete sulla base di quanto letto in questo articolo.
Sono certo che tutto vi sarà più semplice e gradevole.

Buon ferragosto…con un leggero anticipo…

Paolo Oddenino Paris

http://www.crescitapersonale.com/

Pubblicato da nican in Spiritualità il 17 Giu 2014 | Modificato: 17 Giu 2014
tipologia: articolo mostra tutti i contenuti di tipo articolo, visite: 824, commenti: 1, preferiti: 0, lo seguono: 2
96% di 1 voti

Accedi