Da milleni e forse anche prima, l'essere umano esegue un "gioco" demenziale. La guerra!
Ma cosa porta giovani poco più che ventenni a sparare ad altri giovani che nemmeno conoscono?
CHI ha avuto la "bella" idea di intraprendere la prima guerra e perché?
Oggi sappiamo solo quello che le diverse Tv, radio e giornali ci riportano, ossia un sacco di balle.
Se esistono famiglie che pur di arricchirsi trovano il modo per dichiarare guerra, lo fanno sempre con la scusa di difendere gli interessi del proprio popolo.
Ma al popolo hanno mai chiesto se è d'accordo?
MAI!
D'altra parte del popolo a loro non frega assolutamente niente, basta che paghi le tasse, si serva dei prodotti farmaceutici e taccia.
Una sera ho avuto modo di sentire un'intervista con un Legionario.
Il tipo asseriva che le guerre erano buone, perché offrivano lavoro, non durante, ma dopo, per ricostruire quanto era stato distrutto.
Anche se trovo demenziale questa affermazione, non posso riconoscere che questo potrebbe essere uno dei motivi, ma non per offrire lavoro, ma proprio perché è evidente che sarà necessario riscostruire quanto è stato distrutto.
A chi giovano le guerre?
Il discorso si farebbe lungo e non certo facilmente comprensibile. 
Ma in questo articolo non intendo accusare nessuno. Solo sollecitare alcune riflessioni.
Tu andresti in guerra?
Se no, cosa pensi di chi invece ci va?
Cosa pensi possa guadagnarci il giovane che va a sparare ad altri che, per inciso, è comunque un omicidio? Anzi più di uno!
Se i diversi popoli rifiutassero con determinazione e forza di non andare in guerra cosa succederebbe?
Due cose: sarebbero attaccati da chi non la pensa come loro; i militari finirebbero sotto Corte Marziale e forse fucilati.
Non trovi che questo sia leggermente condizionante?
Esistono poi le truppe di "pace" che come ho detto in altri articoli...si recano in paesi stranieri armati sino ai denti. Pace?
Ma chi vogliono prendere in giro i signori delle guerre?
Sono un pacifista e anche convinto che, se uomini saggi si trovassero seduti attorno ad un tavolo, riuscirebbero a risolvere pacificamente i conflitti tra le diverse fazioni.
Ma esistono, dirà qualcuno. 
Ah si? E allora come mai quei "saggi" non riescono ad ottenere un accordo senza armi?
Che siano pilotati da...non so chi?
Ok, esistono fabbriche di armi che se non ci fossero guerre dovrebbero licenziare un sacco di persone. 
Ma possibile che a nessuno venga in mente che al posto delle armi potrebbero costruire altro?
A meno che... non vogliano farlo.
Esistono case farmaceutiche che elargiscono prodotti per gli ospedali da campo, medicine, e quanto potrà servire al militare ferito. Vai a far capire di smetterla.
Il primo articolo della Costituzioni Italiana sostiene che il "Popolo è sovrano"...
Sì, a patto che rispetti tutti gli altri articoli che in definitiva negano questo primo.
So di non piacere a qualcuno quando scrivo queste cose, ma è più forte di me.
Perché ho scritto questo articolo?
Perché con tutti i soldi che si spendono per fare guerre si potrebbe eliminare la fame nei paesi dove uccide donne, bambini e anziani, perchè non hanno cibo a sufficienza. Perchè trovo assurdo che per denaro, solo alcune famiglie si arricchiscano fregandosene di queste persone.
Ora mi fermo, ma vi invito alla riflessione. Cosa potremmo fare per evitare le guerre?
Ogni essere umano può fare qualcosa, anche di piccolo, ma se milioni di persone lo facessero...lascio a voi trarre le conclusioni.
Un caro saluto.Paolo Oddenino Paris


Pubblicato da Simona in Crescita Personale il 04 Lug 2014 | Modificato: 04 Lug 2014
tipologia: articolo mostra tutti i contenuti di tipo articolo, visite: 636, commenti: 1, preferiti: 0, lo seguono: 3
96% di 1 voti

Accedi