Comprendere il mondo delle vibrazioni

è stato il life motive della mia vita, lo è tutt'ora, ma cosa sono, da cosa dipendono e soprattutto come possiamo attrarre BUONE VIBRAZIONI

Max Planck un famoso fisico tedesco nel 1944 sostenne: “Tutta la materia trae origine e vita solo in virtù di una forza... dobbiamo presupporre che dietro a questa forza esista una Mente cosciente e intelligente. Quella Mente è la matrice di tutta la materia”.  Con queste parole Max Planck, padre della teoria quantistica, ha descritto un campo unitario di energia che unisce tutto il creato: la Matrix Divina.

La scienza moderna è ai ferri corti con la soluzione di uno dei maggiori misteri di tutti i tempi e non vi capiterà di sentirne parlare durante il telegiornale della sera e forse non lo leggerete nemmeno sulla prima pagina del Corriere della sera. Tuttavia, quasi settant'anni di ricerche scientifiche nell'area della cosiddetta “nuova fisica” ci stanno conducendo a un inevitabile epilogo. Tutto ciò che e presente nel nostro mondo è collegato.

E’ proprio così! E’ questa la notizia che cambia tutto e che sta profondamente scuotendo le fondamenta della scienza come la intendiamo oggi. Qual è il reale significato dell'essere tutti collegati in questo modo? Oggi, oltre a provare che siamo collegati a tutto, la ricerca dimostra che il collegamento esiste grazie a noi.

La connessione ci permette di capovolgere il gioco a nostro favore, rispetto ai risultati che otteniamo nella vita. In ogni area del vivere, dalla ricerca di rapporti amorosi alla guarigione dei nostri cari, fino alla realizzazione delle nostre più alte aspirazioni, noi facciamo parte integrante di tutto ciò che sperimentiamo ogni giorno.

La parola è un interruttore che accende o spegne una vibrazione che esiste nell'universo e si possono concepire le parole come un telecomando che può raggiungere tutto. Gli esseri umani sono gli unici animali capaci di utilizzare le parole e ciò ci permette di allineare la nostra lunghezza d’onda su tutto ciò che esiste nell'universo ed è istantaneo. Le parole emettono delle vibrazioni con una risposta istantanea. Le parole e i pensieri possono andare dappertutto e verso tutti all'istante. Avete bisogno delle parole, fate attenzione alle parole, pensate positivamente e vedrete che la gratitudine è un sentimento di base, bisogna ringraziare il vostro cervello inconscio (CI) che fa molte cose per voi, poi le persone che vi circondano perché bisogna sapere riconoscere le piccole cose della vita e bisogna dirlo, che io riconosco quello che fai e dirlo con intenzione ed emozione ed è grazie a questo che siete felici.

Stiamo vivendo un’epoca interessante in cui tutto si riflette, perché tutto è contenuto in tutto, ogni cellula del corpo contiene tutte le informazioni del corpo intero e il nostro corpo umano contiene tutte le informazioni del pianeta, dell’universo, voi emettete delle vibrazioni in cui le risposte sono il riflesso delle vostre vibrazioni, per cui quelli che credono che la malattia venga da fuori di loro sbagliano.

Consciamente si pensa, si ragiona, voi siete logici ma quando pensate a qualcosa, a cose molto semplici, voi emettete particelle elementari sotto forma di pacchetti d’onda, voi emettete dei pacchetti d’onda, a spirale con una certa velocità su un bersaglio. Abbiamo delle radio, 101, 102,5, non ci sono fili nell'universo, sono lunghezze d’onda, frequenze, voi siete un emettitore e un ricevitore, emettete e ricevete delle emissioni.

Se voi siete collegati su una frequenza non potete ascoltare una canzone su un’altra frequenza, voi ricevete l’emissione della frequenza su cui voi siete collegati. Se siete collegati sulla paura della malattia non riceverete emissioni di serenità. Il bersaglio è quello cui si pensa e là si fabbricheranno degli atomi. Ci sono degli atomi che volano via nella giornata, ma ci sono altri che restano. Hanno studiato anni per sapere come alcuni atomi volano e altri restano. Hanno trovato che come diceva Einstein, tutto viene dall'osservatore, dipende da ciò che osservate. Cosa osservate nella vostra vita?

Quando pensate a qualcosa voi fate qualcosa, fabbricate degli atomi e se pensate a qualcosa spesso, ripetutamente, voi lo vivrete, osservate ciò che voi volete invece di osservare tutto ciò che non vi piace, perché siete collegati su una frequenza e siete collegati con migliaia di persone che la pensano come voi e attirate verso di voi una risposta, quindi fate attenzione a ciò che osservate.

Voi pensate a qualcosa, siete collegati su una lunghezza d’onda, fabbricate degli atomi, ciò vi ritorna e il vostro cervello inconscio riceve le vostre informazioni sui cinque sensi. Immaginate di trovarvi in una vallata in cui riverbera l’eco e pronunciare ad alta voce: “Sono stancooo…”. Puntualmente udirete come effetto: “Sono stanco…, sono stanco….”.  Non illudetevi che le vostre orecchie possano sentire qualcosa di diverso da ciò che avete appena pensato e pronunciato; non udirete certo: ”Sono pieno d’energia”.
Ma il vostro cervello non fa differenza tra ciò che percepite fuori, visione esterna (VE) e ciò che create all'interno della vostra mente con una visione interna (VI), per lui tutto è vero, quindi il CERVELLO INCONSCIO (CI) poiché il suo ruolo è di trovare soluzioni, non pensa, non giudica, lui opera, è tutto, cerca delle soluzioni e non fa differenza tra VE e VI. Per il CI vale la regola, 

Come se = è”.

Pascal recitava: "Mettiti in ginocchio e prega, e avrai fede".

Il cervello vede e vi porta la soluzione a un’immagine che avete registrato con un dialogo interno e un’emozione. Il vostro cervello capta tutto a vostra insaputa, quello che vivete è o qualcosa che avete voluto o qualcosa che vi faceva paura.

Siccome il CI cerca delle soluzioni, e non riconosce la negazione se dite NON voglio più essere malato, la soluzione che il vostro cervello troverà sarà: malattia, essere malato più!

Il cervello cerca delle soluzioni incollate punto per punto alle vostre immagini, alle parole, perché quando io dico non voglio più essere malato, l’immagine di me è malato. Bisogna cambiare l’immagine interna; Io voglio essere in buona salute: il CI parola per parola fa attenzione, ecco perché la parola è molto importante, la scelta è nostra. E’ necessaria un’ecologia dei nostri pensieri e per ottenerla dobbiamo vivere le situazioni della nostra vita osservandole da un quadro di riferimento interno ma collegati all'esterno; bisogna assumersi la responsabilità del nostro stato d’animo.

L'assunzione della responsabilità è la prima caratteristica per ritrovare equilibrio e salute. Assumendo la responsabilità avrete la disponibilità di un meccanismo di correzione. Osservate il contrario; se non credete di essere responsabili e pensate semplicemente che le cose vi capitano, non potete farci nulla. SIETE IMPOTENTI.

Good Vibrations


Pubblicato da Tqh-Process in Crescita Personale il 23 Ago 2017 | Modificato: 23 Ago 2017
tipologia: articolo mostra tutti i contenuti di tipo articolo, visite: 358, commenti: 0, preferiti: 0, lo seguono: 2
0% di 0 voti

Accedi